Come costruirsi una utilissima compostiera fai da te per compost casalingo.

Cosa fare il prossimo week end?
Ma una bella compostiera fatta in casa per ridurre i rifiuti e risparmiare sulle tasse!
Bastano pochi materiali!

Materiali

  • 1 Trespolo per sacchi di immondizia
  • 1 Sottovaso della misura della base del trespolo
  • 60-80 Fascette da elettricista da 10-15 cm
  • Telo ombreggiante: 1m di altezza x 2 m di lunghezza
  • 300 g di argilla espansa o di legnetti secchi
  • Trapano con punta piccola
  • Seghetto o taglierino

Compostiera autoprodotta: 25 euro circa
Compostiera in commercio: dai 60 ai 100 euro

Il problema dei rifiuti

Il problema dei rifiuti è qualcosa che sento sulla mia pelle, vivendo in prossimità di Malagrotta, la discarica più grande d’Europa, che mi ha portato ad attivarmi in comitati di quartiere e poi ad occuparmi del tema anche a livello lavorativo.

La difficoltà nello smaltimento dei rifiuti rappresenta per me in modo perfetto la sintesi delle contraddizioni della “società dei consumi”. La decrescita ci spiega come sia impossibile continuare ad andare avanti col sistema delle crescita smisurata che attinge e sfrutta incessantemente la terra e le sue limitate risorse.

L’iper produzione di merci porta a dover per forza sostituire con tempi sempre più brevi e il più possibile, e a creare sprechi su sprechi per aumentare il giro della domanda-offerta. Ma tutti questi materiali abbandonati dove finiscono? In discarica o in incenerimento nel miglior (sempre peggiore) dei casi, oppure in fondo al mare o sotto terra senza alcuna protezione per la salute degli esseri viventi, come nel caso della Terra dei Fuochi.

Il compostaggio

Il processo di compostaggio permette di trasformare gli scarti derivanti da materia viva in un prezioso terriccio ricco di humus, il cosiddetto “compost”, un concime importante per la coltivazione biologica rispettosa dei cicli naturali.

Per questo autoprodurre da soli una compostiera è un’importante e intelligente possibilità per contribuire alla sostenibilità di Madre Terra, per una serie di buone motivazioni:

  • riduce di un terzo il quantitativo dei rifiuti;
  • in alcune città porta ad un risparmio sulla tassa rifiuti;
  • permette una produzione gratuita di concime e terriccio di grande qualità per rigenerare la vita e rendere fertili i terreni senza utilizzo fertilizzanti sintetici.
  • diminuisce la raccolta differenziata.

Fare in casa una compostiera di dimensione piuttosto ridotte, adatta anche a chi vive da solo o ha a disposizione solo un piccolo terrazzo, non è così difficile. Basta reperire tutti i materiali e dedicare un pomeriggio a fare la propria parte per il Pianeta.

Ringrazio ancora i miei amici Dario T. e Stefano V. per avermi insegnato questa tecnica.
Composteria fai da te

Compostiera fai da te

Partiamo da un trespolo alto 80 cm di altezza, il classico contenitore bucherellato per sacchi dell’immondizia. Non avendo il fondo per coprire l’estremità inferiore, useremo un sottovaso dal diametro di 1 cm inferiore rispetto a quello della base del trespolo in modo che rimanga leggermente sopraelevato rispetto al terreno.

Compostiera - Fori

Con l’aiuto di un trapano realizziamo su tutta l’area del sottovaso circa 50 fori.
A questo punto avviciniamo il sottovaso alla base inferiore del trespolo e realizziamo altri 8 fori in cui inseriremo delle comuni fascette da elettricista da 10-15 cm, per fissare saldamente il sottovaso al trespolo.

Compostiera - Fori
Ora inseriamo all’interno la rete oscurante, per foderare e permettere la traspirazione, impedendo al contempo agli insetti di entrare. L’altezza della rete è di 1 metro per 2 metri di lunghezza, una misura che ci permette di fare due giri per avere più resistenza.

Anche in questo caso useremo le fascette da elettricista per fissarla man mano al trespolo partendo dalla base fino all’estremità superiore.

Realizziamo lo sportello per il prelievo del terriccio

Bisogna anche creare uno sportellino che permetterà di prelevare il terriccio che si sarà formato man mano e che è depositato sul fondo. Con un taglierino o un piccolo seghetto facciamo un’apertura alla base, su tre lati.

Terminato questo passaggio, inseriamo nel contenitore 300 g di argilla espansa per non far otturare i fori o dei legnetti secchi.

La compostiera è già finita, dovremo solo disporla all’asciutto e all’ombra ed introdurre i rifiuti senza pressarli, avendo cura di rivoltarli ogni tanto con un bastone per arieggiare. Magari ponendo al di sotto un ulteriore sottovaso se dovesse colare qualche liquido.

In 4-6 mesi gli scarti si saranno trasformati in un concime molto fertile, in 8-10 mesi invece in terriccio dall’aspetto soffice e dal profumo di bosco, da usare diluito per i nostri vasi e giardino.

Nel video della rubrica ad Unomattina in Famiglia tutto il procedimento e anche il momento in cui ho rischiato di perdere una mano a causa del trapano…Doh!

Video

Cosa mettere nella compostiera per avere un fertile terriccio?

È necessaria una giusta miscelazione dei rifiuti. Quelli umidi, come quelli di cucina, e quelli secchi, come gli scarti verdi, dovrebbero essere presenti, il più possibile, in parti uguali. In questo modo si facilita il processo di trasformazione.

Per rifiuti umidi si intendono resti di cibo, erbacce e fogliame, filtri di tè e caffè, gusci di uova.

I materiali cosiddetti secchi sono quelli legnosi, il cartone come quello della pizza (che ovviamente va sminuzzato) e le foglie secche.

Non vanno utilizzati invece resti di carni e di formaggi perché attirano gli animali oltre ad avere un lento processo di degradazione, né gusci di noci e nocciole e simili. Sono da evitare anche foglie che si decompongono molto lentamente come quelle di alloro o betulla e una quantità troppo grande di bucce d’agrumi.

Quanto risparmio?

Il costo totale è di 25 euro circa. Se acquistata in commercio il prezzo oscilla tra i 60 ai 100 euro. Davvero un bel risparmio a cui dobbiamo aggiungere anche quello ricavato da una possibile riduzione sulla tassa/tariffa.

Fare il Compost – Libro € 13,00
Vuoi un ottimo compost? Ma vivi in un piccolo appartamento? Questo è il libro che fa per te: scoprirai tutti i trucchi e i segreti per realizzare un compost eccezionale.

Sconti su prodotti alimentari, cosmetici, detersivi BIO fino al 33% su Macrolibrarsi

macrolibrarsi

Banner Macrolibrarsi

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Iscriviti alla Newsletter!