Brillantante per lavastoviglie naturale

di Lucia Cuffaro

 

Realizziamo del brillantante per lavastoviglie naturale.

Contro il calcare e la durezza dell’acqua, al posto dell’industriale brillantante, puoi autoprodurne uno naturale in casa, in grado di svolgere perfettamente lo stesso compito, senza però inquinare. Semplice e con solo due ingredienti da reperire: acido citrico e acqua demineralizzata.

Ingredienti

Materiale

  • Bottiglia di vetro

costo: 1 euro circa

Contro il calcare e la durezza dell’acqua, al posto dell’industriale brillantante, possiamo autoprodurne uno naturale in casa, in grado di svolgere perfettamente lo stesso compito, senza però inquinare.

Autoproduciamo il brillantante

Sciogliamo dentro una bottiglia o flacone da 1 litro, 200 g di acido citrico dal grande potere disincrostante in 800 g di acqua demineralizzata  (si acquista negli alimentari), meglio se leggermente calda per favorire lo scioglimento.

Brillantante con acido citricoL’acido citrico, si compra on line, nei negozio bio e in farmacia (dove però è più costoso), o ancor meglio nelle agricole o nei negozi bio a circa 5 euro al kg. Inizialmente estratto dagli agrumi oggi viene ricavato da colture di lieviti e funghi.

 

 

 

Una volta autoprodotta la soluzione ne servono 50 ml (una tazzina da caffè) da aggiungere direttamente alla vaschetta del brillantante.

Il doppio nel caso di un’acqua molto dura.

 

di Lucia Cuffaro

Acido Citrico

Ammorbidente – Brillantante – Anticalcare – Disincrostante

 

Eco Kit per le Pulizie Ecologiche

Sono davvero necessari tutti i prodotti presenti nei supermercati per fare le pulizie?

Lucia ci dimostra che con 5 semplici materie prime, sempre le stesse, si possono ottenere ben 15 prodotti diversi che ci consentono di risolvere le principali esigenze della detersione casalinga.

Per acquistarlo scontato clicca qui

 

Banner Macrolibrarsi

17 COMMENTI

  1. Ciao,

    per fare il brillantante e l’ammorbidente per il bucato, l’aceto è meno efficace? io lo uso puro e mi trovo bene..

  2. Quindi con l’accoppiata acido citrico-acqua distillata otteniamo, sia il brillantante per lavastoviglie, sia l’ammorbidente per lavatrice, sia il balsamo per capelli… dico bene?

    • Ciao Daniela quindi per il totale della tua ricetta ti verrebbe 1,2?
      Il totale per il citrico al 20% deve essere di 1 l….
      A presto!
      Lucia

  3. Ciao,
    Mi riferisco al commento precedente. Anche io ho imparato (e sono andata ad un corso di autoproduzione) che la diluizione è da calcolare sul litro. E cioè 1 litro di acqua + il 10%, 15%, 20% di acido citrico. Quindi tutte le cose che faccio finora sono sbagliate… ?? :O

    • Non so bene con chi tu l’abbia fatto…ma io mi faccio aiutare da vari chimici ecologici.
      E loro fanno come ho scritto…
      A presto Daniela, 🙂
      Lucia

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Iscriviti alla Newsletter!