Ftalati e infertilità maschile: maschio a rischio

inchiesta di Lucia Cuffaro

Testosterone ai minimi storici, 50% di spermatozoi in meno negli uomini rispetto ai loro padri, 1 maschio su 3 con difficoltà riproduttive.
La rivista di attualità BioEcoGeo ha pubblicato questo mese un mio articolo inchiesta sull’utilizzo di Ftalati e la loro correlazione con l’infertilità maschile.

Ftalati infertilità maschileSi tratta di sostanze sospettate di essere interferenti endocrini con effetti estrogenici, che possono simulare gli effetti dell’ormone sessuale e portare alla femminilizzazione di un adulto, e addirittura di un feto maschile, secondo i ricercatori dell’University Hospital di Copenhagen.
Essendo degli agenti plastificanti per imballaggi, ne viene fatto largo uso anche all’interno di materiali plastici, in particolare PVC, dato che ne migliorano la flessibilità; sono utilizzati perfino per l’inchiostro e su volanti e cruscotti; il tipico odore di un’auto nuova, che a molte persone fa venire mal di testa e nausea, deriva proprio dagli Ftalati. Purtroppo si trovano anche nei prodotti per la cura del corpo e sui vestiti, come ha denunciato Greenpeace, nella campagna Detox.


Nell’articolo parlo ovviamente delle pratiche eco per proteggersi dagli Ftalati.

BioEcoGeo lo trovate in edicola.

Riccardo Iacona IntervistaBio

Banner Macrolibrarsi

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Iscriviti alla Newsletter!