Nel ’77 Enrico Berlinguer, in sintonia con quando scritto anche da Pier Paolo Pasolini, in due discorsi pubblici riportati nel libro, parlava di un nuovo modello di sviluppo, di una società meno consumistica, di una maggiore uguaglianza tra classi sociali e tra paesi e di un’economia più sostenibile, attraverso l’avvio di un “progetto di trasformazione discusso fra le gente, con la gente”, che potesse mettere fine al dominio delle merci sugli uomini.

Il concetto di austerità

Il concetto di austerità viene da lui inteso nel senso di sobrietà, di limite e di lotta agli sprechi, in modo molto diverso dalle cosiddette politiche di austerity.
Concetti di buon senso che i gruppi del movimento per la decrescita felice, provano anch’essi a diffondere, nonostante la forza schiacciante delle lobby che avvolgono come un film nero la politica.
L’anno era il ’77…

La via dell'austerità - Enrico Berlinguer

Banner Macrolibrarsi

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Iscriviti alla Newsletter!