Come fare un anti muffa.

Tanti altri consigli per una CASA ECOLOGICA li trovate nella mia rubrica su Bioecogeo Inchiesta, Attualità, Reportage di questo mese.

Davvero una delle miglior riviste di attualità ed ecologica in circolazione. Sia da un punto di vista di contenuti che di grafica.

La trovate in tutte le edicole italiane o in abbonamento scontata a 18,00 (6 copie della rivista). http://www.bioecogeo.com/abbonamento-bioecogeo/

anti muffa

La muffa: un ospite indesiderato che sommessamente ma con costanza invade la nostra casa.

Secondo l’ISPRA, l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, “Le muffe sono funghi microscopici che durante la loro crescita producono particelle di forma sferica di piccole dimensioni (spore) che si disperdono nell’aria principalmente in estate e in autunno. La maggior parte si sviluppa in condizioni di temperature comprese tra 10 e 35 °C, ma il contenuto d’acqua è il fattore critico per la crescita. Negli ambienti indoor si sviluppano principalmente su pareti e pavimenti umidi, su carte da parati, nel materasso, nei divani e tappezzerie, nei sistemi di condizionamento d’aria, negli umidificatori , cioè in tutti quegli ambienti dove si crea un alto tasso di umidità […]. Gli effetti sanitari riguardano le allergie di tipo respiratorio e alcune dermatiti allergiche. Le spore e i filamenti prodotte dalle muffe possono causare riniti e asma” (tratto da ‘Inquinamento indoor: aspetti generali e casi studio in Italia. Rapporti 117/2010).

Debelliamola in modo naturale!

Non solo rovina esteticamente le nostre pareti, ma crea pertanto problemi respiratori a tutti gli abitanti della casa, grandi e piccoli che siano, ma anche a quattro zampe.

Per prevenirla, è utile cambiare spesso l’aria delle stanze a rischio. In particolare in bagno dovremmo evitare che il vapore e l’acqua ristagnino su piastrelle, tende, e piatto doccia, arieggiando finché non saranno completamente evaporati.

Antimuffa naturale

Ingredienti e materiali

50 ml di acqua distillata

200 ml di aceto di vino bianco

30 gocce di olio essenziale tea tree 

flacone con pistola a spruzzo

panno in microfibra

 

Un rimedio per rimuovere la muffa dai muri (sfortunatamente) molto noto prevede l’impiego di candeggina. È bene puntualizzare come questa tecnica sia ben poco virtuosa, dato che si tratta di un ingrediente tossico, aggressivo e assolutamente inquinante. Perché utilizzarlo se esiste un’alternativa naturale molto più efficace?

Basta miscelare all’interno di un flacone con pistola a spruzzo (riciclato ovviamente!) 50 ml di acqua distillata, 200 ml dell’antimicotico aceto di vino bianco e 30 gocce di olio essenziale tea tree, un potente fungicida naturale.

Spruzziamo la soluzione direttamente sulle zone colpite da macchie di muffa, lasciando agire per circa un minuto. Trascorso il tempo, rimuoviamo con un panno in microfibra. Non serve risciacquare.

Già dal primo trattamento rimarremo stupiti dagli efficaci risultati! L’operazione va ripetuta una volta a settimana finché il problema non sia completamente risolto.

Questo prodotto fai da te, si conserva per 30-45 giorni.

Banner Macrolibrarsi
CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here