Deodorante naturale antiallergenico alla lavanda fai da te.

Video

Molti prodotti in commercio non solo coprono i cattivi odori corporei ma creano anche un tappo che impedisce al sudore di fuoriuscire. I sali di alluminio o antitraspiranti sono tra i primi componenti impiegati per ridurre il sudore. Uno di questi composti è il cloridrato di alluminio, per il quale sono stati ipotizzati un alto grado di irritazione e tossicità, tanto che l’Agenzia francese per la sicurezza dei prodotti sanitari ha posto il limite per la concentrazione di alluminio allo 0,6%, anche se sono ancora venduti prodotti che superano abbondantemente questa percentuale.

Per questo motivo spesso sulle etichette dei deodoranti è indicato che non devono essere utilizzati dopo la rasatura o in caso di lesioni cutanee.

Ma per sentirsi freschi e protetti dai cattivi odori è possibile autoprodurre un deodorante naturale, anallergico ed economico realizzato con pochi e reperibilissimi elementi.

Ingredienti

Materiale

      • 1 barattolo di vetro riciclato
      • 1 batuffolo di cotone o piumino per cipria
      • 1 disco di cartoncino
      • 1 cucchiaino

Costo: 0,70 centesimi

Realizzazione del deodorante in barattolo

Versiamo in un barattolo di vetro 3 cucchiaini di bicarbonato di sodio, indicato per le sue proprietà di eliminazione degli odori. Poi 1 cucchiaino di amido di mais, un prodotto dal grande potere assorbente.
Entrambi questi ingredienti hanno costi davvero abbordabili e sono facilmente reperibili al supermercato.

Per aumentare il potere antibatterico ed astringente, aggiungiamo 10 gocce di olio essenziale di tea tree oil e 5 di olio essenziale di lavanda, quest’ultima da anche un’ottima profumazione al composto.

Riguardo gli oli essenziali bisogna sempre precisare che vanno usati col contagocce e mai a contatto diretto con la pelle; essendo, infatti, molto concentrati risulterebbero tossici.

Per questa ricetta potete utilizzare anche altri oli essenziali in base alla profumazione che preferite dato che sono tutti antibatterici, come il bergamotto, il limone, la salvia, il patchouli, ylang-ylang, o la menta; l’importante è che non si superino le 15 gocce.

Per l’applicazione sotto le ascelle potete utilizzare un batuffolo di cotone o un piumino da cipria pulito, prelevando poco prodotto alla volta. Un gesto che facevano le nostre nonne, mettendosi sul corpo il talco dopo il bagno.

Realizzazione del dosatore

Oppure potete costruire una sorta di dosatore simile ad uno per il talco. Inserendo nell’apertura del barattolo un cerchio di cartoncino su cui abbiamo realizzato dei fori potremo versare direttamente sulle mani una parte del prodotto da applicare poi sulla pelle. Questa confezione sarà anche molto comoda per l’utilizzo in palestra o in viaggio.

Abbiamo realizzato un prodotto che ha un doppio uso: è molto efficace anche per chi ha problemi di deodorazione ai piedi. Basta applicarlo direttamente nelle zone interessate, oppure all’interno delle scarpe per una notte per eliminare cattivi odori. In particolare quelle da ginnastica ve ne saranno grate!

Banner Macrolibrarsi

5 COMMENTI

  1. Ciao! Ho provato il deodorante… funziona! L unica perplessita’… le gocce dell’ olio di t.t. non sono troppe ? O al massimo 15 non danno problemi? Grazie Alessandra

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Iscriviti alla Newsletter!