Il rispetto per la nostra terra passa anche da tanti piccoli ma in fondo grandi gesti quotidiani. Uno di questi è il continuo utilizzo di ritrovati chimici per la pulizia e l’igiene della nostra casa, che hanno anche spesso un costo non proprio economicissimo. Bastano pochi ingredienti facilmente reperibili in casa per pulire i piccoli e grandi elettrodomestici in modo ecologico.

Tastiera del computer

Materiale

  • Phon
  • pennello
  • Aceto bianco
  • Acqua ossigenata 12v
  • Panno

Procedimento per la pulizia

Pulizia tastiera PC
Tra i diversi elettrodomestici presenti in casa iniziamo con la pulizia del classico pc, che ha delle superfici che non solo devono essere pulite e sgrassate, ma anche disinfettate.
Se ci sono cadute delle briciole che non riusciamo a togliere e non abbiamo la bomboletta di aria compressa da pc, possiamo provare con un classico phon di casa posizionato sul getto di aria fredda. Mettiamo la tastiera o il pc portatile in verticale e passiamo il phon.

Se abbiamo una situazione “tragica” di sporco possiamo, con l’aiuto di un pennello morbido, arrivare nei punti più difficili.

Dopo di che procediamo alla sgrassatura. Per primo bagniamo leggermente un panno, (non inzuppatelo) con aceto bianco puro, aiutandoci con le mani per distribuire bene il prodotto.
Il panno più indicato per pulire il computer è quello morbido in microfibra, in mancanza possiamo usare delle vecchie magliette di cotone, che non rilasciano pelucchi e non graffiano.
Passiamo il panno su tutti i tasti.

Possiamo ora disinfettare la nostra tastiera che di solito ospita una miriade di germi.
Facciamo la stessa operazione ma con dell’acqua ossigenata da 12V (quella medicinale). Ed ecco che la tastiera è pulita e disinfettata. Potete mettere l’acqua ossigenata e l’aceto in 2 spruzzini diversi, così non rischiate di bagnare molto lo straccio, però ricordandosi di non spruzzare mai la soluzione direttamente sulla tastiera.

Non dobbiamo usare lo stesso contenitore di aceto e acqua ossigenata e/o non metteteli insieme nel panno, altrimenti si annullerà il potere pulente e disinfettante. Lo stesso procedimento va bene anche per il telefono o cordless.

Schermo pc e televisore

Materiale

  • 50 ml di aceto bianco di vino
  • 50 ml di acqua distillata
  • Panno
  • Spruzzino

Pulizia schermo PC e televisore

Lo schermo di un pc, così come quello di un televisore è brillante ma anche molto fragile. I classici detergenti per vetri non sono assolutamente adatti per questo tipo di pulizia. Possiamo pulirlo e smacchiarlo mettendo in uno spruzzino una mistura di 50 ml di aceto bianco di vino e 50 ml di acqua distillata.

Anche in questo caso non dobbiamo spruzzare nulla direttamente sullo schermo, bensì munitevi di un panno inumidito, di una o l’altra miscela, e passatelo con un tocco leggerissimo sullo schermo, facendo dei movimenti circolari.

Lasciate asciugare all’aria senza ripassare sopra ulteriori panni, per evitare di danneggiare effettivamente lo schermo. Nel caso di un notebook ci dobbiamo assicurare che questo sia completamente asciutto prima di chiuderlo.

Lavatrice

Ingredienti

  • Aceto bianco

Di base è importante tenere sempre sotto controllo lo stato delle guarnizioni e pulire periodicamente il filtro. Per fare una bella pulizia 1 volta al mese, dobbiamo completamente riempire la vaschetta del detersivo liquido con aceto bianco di vino versandone anche un po’ in una pallina dosatrice direttamente nel cestello. Poi facciamo partire a 60 gradi il lavaggio.

Lavastoviglie

Ingredienti

  • Aceto bianco

Per la lavastoviglie il procedimento è simile, le parti più importanti sono sicuramente i filtri e guarnizioni che vanno regolarmente controllati. Una volta fatte queste verifiche, basta aggiungere dell’aceto nella vaschetta del brillantante (e una piccola quantità anche su fondo lavastoviglie) e far partire senza piatti e stoviglie il normale ciclo di lavaggio, meglio ancora se ecologico.

L’aceto infatti come sappiamo è un ottimo anticalcare. In generale l’aceto può essere utilizzato al posto del brillantante anche nei normali cicli di lavaggio dei piatti, pulendo così ancora più a fondo.

Frullatore

Ingredienti

  • Acqua
  • Aceto
  • Spazzolino da denti

Per pulire il frullatore, dobbiamo prima smontarlo e sciacquarlo con acqua tiepida, rimuovendo le eventuali incrostazioni con uno spazzolino da denti e poi asciugando con un panno. Per pulire per bene l’interno della caraffa potete versarvi una miscela di acqua e aceto e mettere in funzione l’elettrodomestico per una ventina di secondi, prima di sciacquare e asciugare accuratamente con un telo di cotone morbido che non graffi la superficie.

Frigorifero

Ingredienti

Dobbiamo innanzitutto pulire separatamente i ripiani del frigo eliminando eventuali accumuli di ghiaccio e l’interno pareti con una soluzione di acqua calda e bicarbonato di sodio, in alternativa va bene anche acqua e aceto. Lasciare agire per alcuni minuti e poi procedere con un risciacquo con acqua e all’asciugatura con un panno di cotone o microfibra.

Per eliminare i cattivi odori basta lasciare riposta nel frigorifero una vaschetta contenete bicarbonato, che come sappiamo ha potere assorbente e antisettico.

Un piccolo consiglio, è quello di non riempire i ripiani in modo da far circolare bene l’aria fredda, evitando sprechi.

Forno a gas/elettrico

Ingredienti

  • ½ bicchiere d’acqua
  • 8 cucchiai di bicarbonato
  • panno

Pulizia forno a gas - elettrico Mistura pulizia forno a gas - elettrico

Per sgrassare il forno dobbiamo evitare assolutamente i prodotti chimici in commercio dato che nella maggior parte dei casi lasciano residui non naturali e addirittura a volte tossici, che contaminano i cibi durante la cottura.

Per una sgrassatura giornaliera o settimanale, facciamo scaldare per qualche secondo il forno fino a raggiungere una temperatura tiepida e non calda mi raccomando, quindi passiamo sulle pareti interne una spugna imbevuta di aceto. Lasciamo agire per qualche minuto, quindi risciacquiamo con acqua tiepida, prima di asciugare con un panno pulito.

Se lo sporco e le incrostazioni sono ostinate, dobbiamo fare una pastella di acqua e bicarbonato al posto dell’aceto lasciando agire per tutta la notte per poi rimuovere con un panno inumidito.

Mettiamo 8 cucchiai di bicarbonato in ½ bicchiere d’acqua per creare una pastella. Cospargiamo completamente la superficie con la pasta, lasciando poi riposare per tutta la notte. Il mattino dopo, potrete facilmente ripulire il tutto con l’aiuto di un panno poiché il bicarbonato avrà agito distaccando lo sporco.

Forno a microonde

Ingredienti

  • ½ bicchiere d’acqua
  • 4 cucchiai di aceto

Nel caso di uno sporco ostinato di un forno a microonde, si deve porre all’interno mezzo bicchiere di acqua con quattro cucchiai di aceto di vino. Si avvia poi il forno chiuso ad una potenza medio alta per 4 – 5 minuti. Quando si spegne aspettate qualche istante prima di aprirlo: in tal modo il vapore sgrassante può aderire completamente alle pareti interne.

A questo punto aprite lo sportello ed effettuate la pulizia di tutte le superfici con la spugna, asciugando il tutto con un panno.

Ferro da stiro

Ingredienti

  • 50 ml di aceto bianco di vino
  • 50 ml di acqua distillata

Con gli stessi ingredienti riempiamo il ferro. Mettendo quindi 50 ml di aceto bianco e 50 ml di acqua distillata e azioniamo il vapore, in modo tale che si possa ripulire dal calcare. Poi dobbiamo cercare di far fuoriuscire tutto il liquido per evitare di passare aceto durante la stiratura.

Infine, ricordiamoci di non lasciare mai gli elettrodomestici che si possono spegnere come tv, radio, frullatori, in modalità standby, e di non posizionare il frigorifero e il congelatore in vicinanza di fonti di calore, ne beneficerà l’ambiente e anche la bolletta!

Banner Macrolibrarsi

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Iscriviti alla Newsletter!