Con l’arrivo della bella stagione la natura si sveglia e chiaramente anche gli insetti, alcuni dei quali sono spesso importuni per la nostra vita quotidiana. Ma per eliminare ecologicamente questo genere di fastidio possiamo utilizzare una serie di rimedi naturali per realizzare dei repellenti, che non contengono sostanze di sintesi come negli insetticidi chimici spesso aggressive con le pelli più delicate, come quelle dei bimbi o dei nostri animali.

Video

Parlando di punture di zanzara vediamo anche qualche rimedio naturale. Un efficace repellente è l’olio di Neem, che deriva dalla spremitura dei semi di una pianta indiana. Si trova nelle erboristerie e nei negozi di prodotti naturali al costo di circa 10 euro la boccetta. Si può spalmare direttamente sulla pelle per prevenire, ma anche dopo, per levare l’irritazione delle punture.
Non ha un ottimo odore, anzi direi che è proprio puzzoso e per renderlo più gradevole possiamo creare una lozione più piacevole per l’olfatto.

Lozione repellente per zanzare

Ingredienti

Versiamo all’interno di una bottiglietta, meglio se di vetro scuro, va bene quella di un succo di frutta che vi potete far regale in un bar, 4 cucchiaini olio di Neem, 2 di olio di mandorle e infine 2 di aceto di mele. L’aceto infatti infastidisce molto gli insetti. Quello di mele ha un buon odore che contrasterà un po’ quello di Neem.
Dobbiamo poi aggiungere circa 50 ml di acqua distillata, che servirà anche per far assimilare completamente gli oli che emulsionandosi con l’acqua saranno completamente assorbili dalla pelle senza ungere i vestiti.
Va agitato prima dell’uso dato che olio e acqua non legano tra loro.

Si conserva per circa un mese. Si può utilizzare più di una volta al giorno. E’ adatta anche ai bambini.

Candele repellenti per zanzare per ambiente

Ingredienti

Materiale

  • Candela a base larga

Possiamo utilizzare l’olio di Neem anche per l’ambiente. Basta metterne ½ cucchiaino su candela a base larga e accenderla, o in casa o sul terrazzo.

Contro le punture

Per lenire le punture possiamo usare degli oleoliti a base di lavanda o calendula che hanno proprietà lenitive e rinfrescanti. O anche una goccia non di più di olio essenziale alla lavanda.

Oppure, come facevano le nostre nonne, utilizzare una pietra di allume di potassio o di rocca, che oltre ad essere un ottimo deodorante, può essere utilizzato per eliminare il prurito causato dai pizzichi delle zanzare e dai pappataci, basta bagnarlo leggermente e strofinarlo sulla zona irritata.

Abbigliamento

Un ultimo consiglio per l’abbigliamento: i colori che più attirano le zanzare sono il nero e il rosso. D’estate quindi prediligete colori chiari in particolar modo il bianco (il meno attrattivo). Out i vestiti a fiori!

Repellenti per formiche

Prodotto spray contro le formiche

Ingredienti

  • 150 g di sapone Marsiglia
  • 1 litro di acqua
  • 100 ml di olio vegetale

Materiale

  • bottiglia di vetro o spruzzino

Passiamo all’argomento formiche, un problema comune: ecco una serie di repellenti per tenerle alla larga. Invece di acquistare un prodotto chimico, spesso molto aggressivo per la nostra salute e di quella dei nostri animali domestici possiamo farne uno noi in casa.

Dobbiamo creare un miscela saponosa. Sciogliamo 150 g di sapone Marsiglia in scaglie in 1 litro di acqua. Dobbiamo far bollire fino a verificare la totale dissoluzione. Una volta raffreddato il prodotto, aggiungiamo 100 ml di olio vegetale (quello più economico che si trova, va bene di qualsiasi tipo) e mescoliamo per una perfetta emulsione che può essere conservata per lunghissimo tempo soprattutto se tenuta in bottiglie di vetro e utilizzata poco alla volta con l’utilizzo di uno spruzzino.

Una volta raffreddata, la versiamo lungo tutto il tratto di passaggio delle formiche, agitando ogni volta la bottiglia prima dell’utilizzo per emulsionare olio e acqua.

Un altro metodo per una situazione, diciamo, meno grave di infestazione formiche è quella di mettere del fondo di caffè asciugato lungo il loro percorso per disorientarle. Distribuite il caffè anche sul terrazzo o agli angoli delle finestre fino a raggiungere anche gli spazi più nascosti.

Un altro consiglio, le formiche sono molto sensibili ad alcuni odori, che per noi possono essere invece molto piacevoli. Per tenerle lontane e prevenire il problema, lavate i pavimenti e i terrazzi abitualmente con aceto di vino bianco e spruzzatene un po’ vicino a porte e finestre.

Banner Macrolibrarsi

11 COMMENTI

  1. Buongiorno,
    complimenti per il suo lavoro. Avrei un consiglio da chiederLe per il prodotto spray contro le formiche. Il preparato si solidifica nella bottiglia; come posso ovviare? Grazie in anticipo per l’attenzione e cordiali saluti
    Laura

    • ciao Laura, è successo anche a me, ma dopo parecchi giorni…cmq ho rimesso in pentola e ho risciolto il tutto…
      A presto!
      Lucia

  2. Buongiorno, a proposito dell’olio di neem, ne ho ancoa un po’ in un flaconcino che mi è stato regalato 3 anni fa…lo posso ancora utilizzare o ormai è scaduto?
    Grazie

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Iscriviti alla Newsletter!