Seguimi per altri contenuti su
Telegram | Instagram | Facebook | Newsletter | Youtube

Carmen

Ingredienti

Materiale

  • robot tritatutto
  • colino
  • tagliere
  • mattarello
  • un coperchio da utilizzare come tagliapasta
  • padella antiaderente

Proprietà delle piadine di zucchine

Nella mia cucina dove non si butta via niente, o il meno possibile, questa piadina è nata per utilizzare il torsolo delle zucchine che tolgo quando preparo le zucchine ripiene.

Notoriamente le zucchine sono ricche di acqua, e spesso cosa utilizziamo per impastare? Acqua! Da qui l’idea di utilizzarle per un impasto.
Le zucchine sono ricche di vitamine A, C e di Potassio, utilizzando farina integrale aggiungiamo una buona fonte di fibre, avremo così una super piadina.

Nulla vieta l’utilizzo di tutta la zucchina, non solo del torsolo, il procedimento non cambia.

Procedimento per le piadine di zucchine

Per prima cosa tritiamo le zucchine, facendo molta attenzione a non ridurle in crema perché in questo caso i liquidi verrebbero completamente rilasciati.
Basterà azionare le lame ad intermittenza, fino ad ottenere un trito più o meno uniforme.

Versiamo questo trito in un colino, lo posizioniamo su di una ciotola che raccoglierà tutti i liquidi in eccesso.

Piadine di Zucchine - Colino

In una ciotola capiente o in un robot mettiamo la farina integrale di grano tenero e la farina 0, il bicarbonato, il sale fino e misceliamo bene.

Aggiungiamo l’olio extra vergine di oliva, il trito di zucchine e mescoliamo fino ad ottenere un impasto sbricioloso.
Trasferiamo il tutto sul tagliere e impastiamo con le mani fino ad avere un impasto morbido.

Impastando con le mani, le zucchine rilasceranno ulteriormente liquidi e l’impasto potrebbe ammorbidirsi, basterà aggiungere un po’ di farina, senza esagerare però: l‘impasto deve restare morbido.

Con il mattarello stendiamo l’impasto così da ottenere uno spessore di ½ cm, con un coperchio tagliamo dei dischi di pasta della grandezza che preferiamo.

Piadine di Zucchine - Coperchio Piadine di Zucchine

Possiamo cuocere le piadine di zucchine con questo spessore, lasciandole cuocere a fiamma bassa da ambo i lati per alcuni minuti, oppure possiamo stendere ulteriormente ogni disco fino ad ottenere lo spessore che preferiamo, in questo caso le piadine risulteranno più secche.

Piadine di Zucchine - Cottura

Queste piadine di zucchine si possono congelare: in questo caso consiglio di realizzarle di uno spesso di circa ½ cm, resteranno più morbide.

Piadine di Zucchine

Seguimi per altri contenuti su
Telegram | Instagram | Facebook | Newsletter | Youtube

Scuola dell'Autoproduzione on line con Lucia Cuffaro

Lucia Cuffaro - Scuola dell'Autoproduzione Online

Mi chiamo Lucia Cuffaro e insegno come mettere in pratica stili di vita ecologici, da attivista e per lavoro. Conduco ogni domenica l'eco-rubrica di Unomattina in Famiglia in diretta su Raiuno. Ho pubblicato libri sul tema e organizzato centinaia di corsi e seminari.

La mia Scuola dell'Autoproduzione è un percorso ragionato e strutturato sulla base di 14 anni di esperienza e di lavoro con professionisti. Permette di sperimentare tutta l'autoproduzione domestica e apprendere in modo veloce e produttivo.

Un totale di 30 ore di video lezioni, strutturate in modo semplice e divertente.

Avrai accesso illimitato per sempre, in Italia o all'Estero, su un portale facilissimo da usare. Troverai 40 video lezioni registrate da consultare quando vuoi, da cellulare, tablet e computer. E poi dispense scaricabili, quiz divertenti per fissare i concetti e approfondimenti.

Ogni mese organizzo anche delle lezioni aggiuntive in diretta con gli studenti (registrate e consultabili anche per chi si iscrive dopo).

Se vuoi approfondire il tema della cucina naturale, la cosmesi, i detersivi fai da te, i rimedi per la salute, l'orto in balcone e in campo, il giardinaggio, è ancora possibile entrare nella mia Scuola dell'Autoproduzione.

Clicca il testo verde oppure scrivimi a info@ecosapere.it

SCOPRI LA SCUOLA DELL'AUTOPRODUZIONE


Banner Macrolibrarsi

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here