di Lucia Cuffaro

Lucia Cuffaro - Sansevieria

Inquinamento indoor

Nell’aria galleggiano indisturbati i cosiddetti VOC, composti organici volatili, rilasciati da vernici, gas di combustione per cuocere il cibo, collanti dei mobili in truciolato e compensato, sostanze presenti nei laminati e moquette, prodotti per la pulizia e la detergenza, fumo delle sigarette e disinfettanti.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità riferisce che circa la metà dei decessi di bambini sotto ai 5 anni a causa di malattie respiratorie è legata all’inquinamento indoor (dati OMS 2014).

Inoltre, secondo il World Energy Outlook 2016, uno studio dell’Agenzia Internazionale per l’Energia, la cattiva qualità dell’aria è al quarto posto tra le minacce per la salute umana, dopo ipertensione, alimentazione sbagliata e fumo di sigaretta. E le morti premature in tutto il mondo correlate all’inquinamento domestico sono addirittura di circa 4 milioni l’anno.

Se la casa non viene arieggiata, queste sostanze possono causare mal di testa, bruciore agli occhi e irritazione delle vie respiratorie e affaticamento. Sintomatologie che rimandano alla cosiddetta Sindrome dell’Edificio Malato (Sick Building Syndrome – SBS).

Se i dati sono preoccupanti, cosa possiamo fare per contrastare l’inquinamento domestico?

Piante ingorde di gas tossici

Per assorbire parte delle sostanze nocive che si accumulano nell’aria in modo semplice ed economico, possiamo farci aiutare dalle piante mangia smog.

Addirittura la NASA, dalla fine degli anni ’80, ha compiuto varie ricerche che hanno portato alla scoperta di vegetali purificanti in grado di catturare fino all’80% delle polveri sottili e dei gas tossici presenti negli ambienti chiusi (una ogni 10 mq).

Ecco alcune piante belle e funzionali che svolgeranno il compito ingrato di operose spazzine dell’aria!

Pothos

Pothos

Utile per la depurazione dalla formaldeide e dal fumo di sigarette; da posizionare in cucina o in tutte le altre stanze.

Felce di Boston

Felce di Boston

È in grado di assorbire sia la formaldeide ma anche l’umidità, per evitare la muffa in casa. È per questo particolarmente indicata per la zona bagno e necessita di molta luce.

Aloe Vera

Aloe Vera

Riduce il tricloroetilene, noto anche col nome commerciale di trielina. È una pianta principalmente da esterno e si può tenere in terrazzo o sul davanzale di una finestra.

Ficus Benjamin

Ficus Benjamin

Una delle piante ornamentali più diffuse e apprezzate è attiva su formaldeide e benzene. Nella zona studio o in ufficio purifica l’aria dal fumo di sigaretta.

Euforbia

Euforbia

L’allegra Stella di Natale combatte l’inquinamento da benzene e da formaldeide. Delicata quanto bella, va posizionata in zone protette, senza sbalzi di temperatura, come ad esempio in sala da pranzo o in salotto

Dracena

Dracena

Una sempreverde in grado di assorbire xilene, benzene, tricloroetilene e toluene. Da sistemare all’ingresso o nel salone di casa.

Gerbera

Gerbera

Questa colorata pianta da fiore diminuisce la presenza di trielina, benzene e formaldeide. Ama la luce e si può collocare in cucina per dare un tocco di allegria.

Spatifillo

Spatifillo

Una dei vegetali più attivi per eliminare fumi e sostanze tossiche casalinghe (tricloroetilene, formaldeide e benzene, alcool, acetone, benzene, …). Molto grazioso si presta bene come pianta ornamentale in salone.

Sansevieria

Sansevieria

Questa classica pianta da loft modaiolo, contrasta i VOC e combatte l’effetto delle radiazioni elettromagnetiche. Produce durante la notte molto ossigeno e per questo la si può collocare nelle camere da letto.

Clorofito

Clorofito

Sempreverde e facilmente moltiplicabile con il metodo della talea, elimina dall’aria formaldeide e monossido di carbonio. Ha bisogno di luce e preferibilmente di sole diretto. Si deve quindi disporre vicino a una finestra o in terrazzo.

Anturio

Anturio

Questa classica pianta da ingresso e da salotto è nota come purificante di vapori da ammoniaca e di xilene.


Scuola dell'Autoproduzione on line con Lucia Cuffaro

Lucia Cuffaro - Scuola dell'Autoproduzione Online

Mi chiamo Lucia Cuffaro e insegno come mettere in pratica stili di vita ecologici, da attivista e per lavoro. Conduco ogni domenica l'eco-rubrica di Unomattina in Famiglia in diretta su Raiuno. Ho pubblicato libri sul tema e organizzato centinaia di corsi e seminari.

La mia Scuola dell'Autoproduzione è un percorso ragionato e strutturato sulla base di 14 anni di esperienza e di lavoro con professionisti. Permette di sperimentare tutta l'autoproduzione domestica e apprendere in modo veloce e produttivo.

Un totale di 30 ore di video lezioni, strutturate in modo semplice e divertente.

Avrai accesso illimitato per sempre, in Italia o all'Estero, su un portale facilissimo da usare. Troverai 40 video lezioni registrate da consultare quando vuoi, da cellulare, tablet e computer. E poi dispense scaricabili, quiz divertenti per fissare i concetti e approfondimenti.

Ogni mese organizzo anche delle lezioni aggiuntive in diretta con gli studenti (registrate e consultabili anche per chi si iscrive dopo).

Se vuoi approfondire il tema della cucina naturale, la cosmesi, i detersivi fai da te, i rimedi per la salute, l'orto in balcone e in campo, il giardinaggio, è ancora possibile entrare nella mia Scuola dell'Autoproduzione.

Clicca il testo verde oppure scrivimi a info@ecosapere.it

SCOPRI LA SCUOLA DELL'AUTOPRODUZIONE

EcoSapere - Scuola dell'Autoproduzione
Banner Macrolibrarsi

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here