Recensione Libro “Ortaggi Insoliti” di Matteo Cereda e Sara Petrucci

di Lucia Cuffaro

ortaggi insoliti matteo cereda e sara petrucci

Ho appena terminato di leggere questo libro e lo consiglio vivamente: “Ortaggi Insoliti” di Matteo Cereda e Sara Petrucci.

Un testo che punta a incuriosire e a insegnare su come avere più varietà di ortaggi nell’orto e poi da mettere tavola. Un inno alla biodiversità.

Il testo è scritto in maniera semplice, appassionante e fruibile. Dedicato alla coltivazione biologica di piante di elevato valore nutrizionale e grande interesse culinario, permette di iniziare subito la sperimentazione in campo si queste tipologie di ortaggi insoliti.

I casi più eclatanti sono quelli dello zenzero, delle bacche di goji e della stevia, diventati negli ultimi anni molto popolari per le loro riconosciute virtù, eppure ancora poco coltivati in Italia. Meno noti al grande pubblico, ma non per questo privi di interesse, sono la cicerchia, il lampascione e la portulaca, da sempre coltivati e consumati solo in alcune zone molto ristrette.

Ho avuto l’opportunità di conoscere uno degli autori Matteo Cereda, seguendo sul suo sito web Orto da Coltivare all’indirizzo www.ortodacoltivare.it con tanti consigli su come coltivare l’orto biologico senza usare prodotti chimici, per ottenere verdure biologiche sane e rispettose della terra, e la più grande community virtuale sul tema da lui facilitata e pensata https://www.facebook.com/ortodacoltivare/

Ortaggi insoliti

Acquista “Ortaggi Insoliti”

Nella lunga lista degli ortaggi insoliti ritroviamo anche verdure di pregio d’origine asiatica, africana o sud americana, ma che ben si adattano anche al nostro clima, come il pak choi, l’okra, la minzuna, il kiwano o il chayote. Non poteva mancare il lungo elenco di ortaggi nostrani, come la pastinaca, la scorza nera, il topinambur, l’erba di San Pietro, il farinaccio, che per secoli hanno rappresentato una preziosa fonte di nutrimento, ma che oggi sono caduti nell’oblio perché soppiantati da specie più produttive o semplicemente più richieste dal mercato.

In totale nel libro vengono presentati 36 tra ortaggi, piccoli frutti e tuberi, a ognuno dei quali è dedicata una scheda approfondita con tutte le informazioni necessarie per la coltivazione. Un modo semplice e concreto per rendere i nostri orti più variegati e contrastare il processo di impoverimento della biodiversità e della nostra stessa dieta.

Gli autori di Ortaggi Insoliti: Matteo Cereda e Sara Petrucci

Matteo Cereda per lavoro e per passione si occupa di web, divulgazione e agricoltura.
Ha creato Orto Da Coltivare, principale sito web italiano sulla coltivazione biologica dell’orto. È socio fondatore di Vallescuria, società agricola con cui coltiva zafferano in Brianza.

Matteo CeredaSara Petrucci è laureata in Scienze Agrarie, si occupa da anni di agricoltura biologica e collabora a vari progetti di orti sociali e didattici. Già autrice del libro L’orto biologico (Edizioni Simone), svolge attività di consulenza per aziende biologiche.

Indice di “Ortaggi Insoliti”

PREFAZIONE

  • Invito alla biodiversità

INTRODUZIONE

  • Ritrovare lo stupore
  • La biodiversità nell’orto

CAPITOLO 1 – SAPORI INSOLITI. Coltivare verdure impreviste

  • Agretti
  • Batata
  • Chayote o zucca centenaria
  • Cicerchia
  • Lampascione
  • Mizuna
  • Okra
  • Pak choi
  • Pastinaca
  • Scorzonera e scorzobianca
  • Senape rossa
  • Topinambur

CAPITOLO 2 – PROFUMI INSOLITI. Coltivare aromatiche e spezie

  • Cappero
  • Crescione acquatico
  • Dragoncello
  • Erba di san Pietro
  • Rafano
  • Zafferano
  • Zenzero

CAPITOLO 3 – CRESCONO ANCHE DA SOLE. Le erbe spontanee

  • Aglio orsino
  • Amaranto
  • Borragine
  • Farinaccio
  • Ortica
  • Piantaggine
  • Portulaca
  • Tarassaco

CAPITOLO 4 – DALLE CARAMELLE AL KIWANO. Coltivazioni varie ed eventuali

  • Alchechengi
  • Arachidi
  • Goji
  • Kiwano
  • Liquirizia
  • Luppolo
  • Rabarbaro
  • Stevia

CALENDARIO E MODALITÀ DI SEMINA E PROPAGAZIONE

BIBLIOGRAFIA

 

Acquista “Ortaggi Insoliti”


Entra nella Scuola dell'Autoproduzione on line di Lucia Cuffaro

La Scuola dell'Autoproduzione on line, coordinata da Lucia Cuffaro, è un percorso dedicato a persone che vogliano arricchire il proprio stile di vita attraverso le pratiche ecologiche e l'autoproduzione, per essere più consapevoli e migliorare il proprio benessere.

Imparerai con il corso la cucina e l'autoproduzione vegana, la cosmesi, l'’igiene del corpo, i detersivi e gli igienizzanti, la cura dei bambini e degli animali domestici, il giardinaggio, il riciclo e la riduzione rifiuti.

Tutto questo grazie a 40 video lezioni da consultare per sempre e quando vuoi, senza limitazioni di tempo, da cellulare, tablet e computer, sul portale EcoSapere.it, intuitivo e facilissimo da usare. Ogni video è accompagnato da una dispensa, un quiz divertente e alcuni approfondimenti.

Chi è Lucia Cuffaro?

Un'appassionata esperta di stili di vita naturali da mettere in pratica con facilità. Conduce dal 2012 la rubrica green a Unomattina in Famiglia su Raiuno, ha pubblicato libri sull'autoproduzione e insegnato in centinaia di seminari e corsi. Cura il blog Autoproduciamo.it, il più seguito in Italia su questi temi.

Lucia Cuffaro - Scuola dell'Autoproduzione Online

La Scuola dell'Autoproduzione permette di apprendere in modo semplice e veloce. Lucia segue personalmente gli studenti tramite email, messaggi, telefonate e nel Gruppo chiuso a loro dedicato. Organizza periodicamente anche delle lezioni in diretta per conoscersi, condividere e sperimentare nuove autoproduzioni. Entra anche tu nella Scuola dell'Autoproduzione di Lucia Cuffaro. In questo momento il corso ha un prezzo facilitato con il 20% di sconto.

Cosa otterrai?

  • benessere per te e la tua famiglia
  • risparmio in casa fino al 70%
  • rispetto dell'ambiente e degli animali
    • PROMOZIONE E INFO SCUOLA

      Oppure scrivi a Lucia a info@ecosapere.it

      EcoSapere - Scuola dell'Autoproduzione
      Banner Macrolibrarsi

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here