Seguimi per altri contenuti su
Telegram | Instagram | Facebook | Newsletter | Youtube

Vorresti imparare a produrre il sale di sedano?
Come sappiamo l’eccesso di sale fa male, perché contribuisce a vari disturbi, tra cui l’ipertensione. Il sedano è ricco di sodio e di conseguenza è un perfetto abbinamento per diminuire il sale da cucina oltre che essere digestivo!

Un proverbio dice: “se il contadino sapesse il valore del sedano, allora ne riempirebbe tutto il giardino“. Spesso le parti che buttiamo (le parti dure e le foglie) sono le migliori.
Ecco, quindi, come riutilizzarle per autoprodurre il cosiddetto “sale di sedano“.

Lucia Cuffaro

Sale di sedano: Occorrente

  • parti dure di sedano
  • mixer
  • piattini di coccio
  • barattolo di vetro con coperchio

sale di sedano - taglio

Sale di sedano: La preparazione

Consideriamo che è un modo popolare della tradizione italiana di chiamare questo preparato, ma non ha del sale. Il sedano essiccato e polverizzato è un concentrato di gusto e sapidità, ma non è ovviamente equiparabile al sale da cucina nel suo sapore.

1 – Usiamo tutte le parti: sia le coste, che le più dure alla base, che le foglie.


Martedì 6 dicembre, dalle ore 21.00 in diretta Facebook e YouTube ci vediamo per festeggiare la nuova stagione della Scuola dell'Autoproduzione on line su EcoSapere con una lezione in diretta con accesso gratuito, in cui mostrerò "7 Autoproduzioni ecologiche ed economiche", naturali, per il tuo benessere e di tutta la famiglia! Lucia Cuffaro - 7 Autoproduzioni ecologiche ed economiche ISCRIVITI GRATUITAMENTE

2 – Tagliamo a pezzettoni con un coltello e poi tritiamo il tutto in un mixer.

3 – Per farlo essiccare senza costi di energia e gas possiamo usare il metodo del sole ovviamente. Su piatti ben esposti a un bel sole allegro. Oppure in inverno sfruttiamo il termosifone. Mettiamo il trito su vari piattini di coccio ponendoli su un termosifone finché non si secchi completamente. O anche in forno utilizzando, anche in varie fasi, il residuo del calore di quando lo usiamo in cucina.

4 – Dopo averlo fatto disidratare, lo facciamo raffreddare e poi volendo lo rimettiamo nuovamente nel mixer per renderlo ancora più fine.

Sale di Sedano

Conservazione del sale di sedano

Il sale di sedano si conserva per 3 mesi in vasetti di vetro ben puliti, fuori dal frigorifero in un luogo fresco e asciutto.
Si usa sulle pietanze per insaporire con gusto e senza sale.

Seguimi per altri contenuti su
Telegram | Instagram | Facebook | Newsletter | Youtube

Banner Macrolibrarsi

Scuola dell'Autoproduzione on line con Lucia Cuffaro

Lucia Cuffaro - Scuola dell'Autoproduzione Online

Mi chiamo Lucia Cuffaro e insegno come mettere in pratica stili di vita ecologici, da attivista e per lavoro. Conduco ogni domenica l'eco-rubrica di Unomattina in Famiglia in diretta su Raiuno. Ho pubblicato libri sul tema e organizzato centinaia di corsi e seminari.

La mia Scuola dell'Autoproduzione è un percorso ragionato e strutturato sulla base di 14 anni di esperienza e di lavoro con professionisti. Permette di sperimentare tutta l'autoproduzione domestica e apprendere in modo veloce e produttivo.

Un totale di 40 ore di video lezioni, strutturate in modo semplice e divertente.

Avrai accesso illimitato per sempre, in Italia o all'Estero, su un portale facilissimo da usare. Troverai 62 video lezioni registrate da consultare quando vuoi, da cellulare, tablet e computer. E poi dispense scaricabili, quiz divertenti per fissare i concetti e approfondimenti.

Ogni mese organizzo anche delle lezioni aggiuntive in diretta con gli studenti (registrate e consultabili anche per chi si iscrive dopo).

Se vuoi approfondire il tema della cucina naturale, la cosmesi, i detersivi fai da te, i rimedi per la salute, l'orto in balcone e in campo, il giardinaggio, è ancora possibile entrare nella mia Scuola dell'Autoproduzione.

Clicca il testo verde oppure scrivimi a info@ecosapere.it

SCOPRI LA SCUOLA DELL'AUTOPRODUZIONE

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here