Seguimi per altri contenuti su
Telegram | Instagram | Facebook | Newsletter | Youtube

Gustosi crackers e grissini fatti in casa! Sono adatti per tutti gli eventi, più grandi per la merenda dei bimbi, più piccole per l’happy hour degli adulti. Da insaporire seguendo la fantasia!

Ingredienti

  • 150 g di pasta madre rinfrescata + 150 g di farina (oppure 300 g di farina e 6 g di lievito di birra)
  • 50 g di acqua tiepida
  • 60 g di burro morbido
  • 1 cucchiaino di sale fino
  • farina q.b. per stendere
  • Superficie: olio d’oliva
  • Condimento a piacere: sale grosso, semi o spezie

Prepariamo i grissini e i crackers

Partiamo da 150 g di pasta madre rinfrescata la sera precedente e aggiungiamo circa 50 g di acqua tiepida e 150 g di farina. Evitiamo la 00, la meno nutriente e la più raffinata. La preferiamo a tutti gli altri tipi: integrale, semintegrale, di semola di grano duro, di grano saraceno, etc.

La pasta madre contiene batteri e lieviti che permettono una lievitazione lenta che rende, i crackers, i grissini, la pizza e il pane e più digeribili, gustosi, sani, dietetici ed estremamente più nutrienti di uno prodotto con lievito chimico o di birra. La possiamo rigenerare ogni volta che panifichiamo, e saremo quindi autonomi.

Ci aiutiamo a mescolare con un cucchiaio.

Aggiungiamo anche 60 g di burro morbido o va bene anche olio extravergine di oliva e 1 cucchiaino di sale fino. Il burro rende più friabile, l’olio più croccante. Scegliamo a piacimento cosa usare.


Martedì 6 dicembre, dalle ore 21.00 in diretta Facebook e YouTube ci vediamo per festeggiare la nuova stagione della Scuola dell'Autoproduzione on line su EcoSapere con una lezione in diretta con accesso gratuito, in cui mostrerò "7 Autoproduzioni ecologiche ed economiche", naturali, per il tuo benessere e di tutta la famiglia! Lucia Cuffaro - 7 Autoproduzioni ecologiche ed economiche ISCRIVITI GRATUITAMENTE

L’impasto

Impastiamo in modo grossolano per qualche minuto con il cucchiaio, e poi con le mani sul tagliere fino ad avere un bel panetto morbido. Se l’impasto si dovesse attaccare alle mani possiamo aggiungere un altro po’ di farina.
Adesso stendiamo l’impasto fino ad ottenere un rettangolo e piegarlo a libro e lo lasciamo riposare a temperatura ambiente, in una ciotola coperto da un canovaccio per circa 4 ore, se stiamo lavorando con il metodo della lievitazione naturale, e 2 ore se abbiamo usato il lievito di birra.

Utilizzare gli avanzi della pasta madre

Volendo si possono fare anche con gli avanzi della pasta madre, è un trucco antispreco che usano i panificatori “naturali” per non buttare via l’eccedenza. Dirò delle proporzioni in modo che si possa partire con un avanzo di lievito madre di qualsiasi peso:
In questo caso la ricetta dell’impasto base è:

Ingredienti

  • lievito madre: 100 g
  • ½ del peso del lievito madre in farina: 50 g
  • ½ del peso della farina di acqua tiepida: 25 g
  • 1/2 del peso della farina di burro: 25 g
  • 1/5 del peso del burro di sale fino: 5 g

Continuiamo con la nostra ricetta

Trascorso il tempo dobbiamo stendere la pasta con un mattarello fino ad ottenere delle sfoglie spesse non più di 2 mm.

Trasferiamo il tutto su una teglia con della carta forno e con un rondella tagliapasta dentellata creiamo tanti rettangoli larghi circa 6 cm e lunghi 12 cm. Con i rebbi di una forchetta pratichiamo una linea verticale alla metà esatta della lunghezza del cracker e poi con uno stecchino (importante altrimenti si gonfieranno) facciamo i classici 5 buchi su ognuna delle due parti.

Grissini

Se vogliamo fare dei grissini ritagliamo tanti bastoncini da arrotolare e allungare.

Spennelliamo la superficie con olio e.v. d’oliva e prima di infornare possiamo coprire con qualche grano di sale fino meglio se integrale oppure aromatizzare con origano, rosmarino, paprica.
Io adoro ricoprirli anche con i semi di sesamo o di papavero o metterli direttamente nell’impasto.

Vanno in forno preriscaldato a 190° per 12 minuti circa, finché non saranno leggermente dorati su entrambi i lati.

Sono pronti!

Non appena li sfornerete, vanno tolti subito dalla teglia per evitare che il calore latente non continui la cottura bruciandoli.
Il risultato finale sarà leggero, gustoso e farete di certo un figurone!
Sono ottimi da mangiare caldi appena sfornati, oppure freddi accanto ad un buon bicchiere di vino bianco secco per l’aperitivo!
Si conservano al meglio in una scatola di latta con il coperchio per alcuni giorni.

crackers e grissini

Seguimi per altri contenuti su
Telegram | Instagram | Facebook | Newsletter | Youtube

Banner Macrolibrarsi

Scuola dell'Autoproduzione on line con Lucia Cuffaro

Lucia Cuffaro - Scuola dell'Autoproduzione Online

Mi chiamo Lucia Cuffaro e insegno come mettere in pratica stili di vita ecologici, da attivista e per lavoro. Conduco ogni domenica l'eco-rubrica di Unomattina in Famiglia in diretta su Raiuno. Ho pubblicato libri sul tema e organizzato centinaia di corsi e seminari.

La mia Scuola dell'Autoproduzione è un percorso ragionato e strutturato sulla base di 14 anni di esperienza e di lavoro con professionisti. Permette di sperimentare tutta l'autoproduzione domestica e apprendere in modo veloce e produttivo.

Un totale di 40 ore di video lezioni, strutturate in modo semplice e divertente.

Avrai accesso illimitato per sempre, in Italia o all'Estero, su un portale facilissimo da usare. Troverai 62 video lezioni registrate da consultare quando vuoi, da cellulare, tablet e computer. E poi dispense scaricabili, quiz divertenti per fissare i concetti e approfondimenti.

Ogni mese organizzo anche delle lezioni aggiuntive in diretta con gli studenti (registrate e consultabili anche per chi si iscrive dopo).

Se vuoi approfondire il tema della cucina naturale, la cosmesi, i detersivi fai da te, i rimedi per la salute, l'orto in balcone e in campo, il giardinaggio, è ancora possibile entrare nella mia Scuola dell'Autoproduzione.

Clicca il testo verde oppure scrivimi a info@ecosapere.it

SCOPRI LA SCUOLA DELL'AUTOPRODUZIONE

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here