Detersivi e ammorbidenti: meglio fatti in casa. I consigli di Lucia Cuffaro

Grazie a Beatrice Piva per il bel post

Scritto da: Beatrice Piva | 7 Gennaio 2015 | Vivere Ecologico

Detersivi e ammorbidenti: meglio fatti in casa. I consigli di Lucia Cuffaro VIDEO

Come ci consiglia l’autrice del manuale di autoproduzione Fatto in casa, Lucia Cuffaro (leggi la sua intervista) , le mille pubblicità da cui siamo giornalmente bombardati ci spingono verso la disinfezione incondizionata e l’eliminazione di qualsiasi tipo di batterio verso il bianco assoluto. Ma questo “bianco”, osserva Lucia, è in realtà un “nero petrolio”, perché tali prodotti ricoprono gran parte della nostra casa e i nostri abiti con sostanze che penetrano nei tessuti, dannose per noi, i nostri figli e i nostri animali domestici.

Non è un caso che la percentuale più alta di allergie, dermatiti, tumori ai polmoni e problemi respiratori sia riscontrabile su una categoria in particolare: quella delle casalinghe. Possiamo però opporci a questo sistema e produrre da noi una serie di detersivi naturali per tenere il nido pulito e disinfettato in maniera ecologica e sicura, salvaguardando anche l’ambiente…senza macchie di coscienza!

Dedichiamoci quindi a realizzare assieme a Lucia uno dei detersivi naturali proposti nel suo Manuale di autoproduzione: l’ammorbidente fatto in casa.

Video
Guarda il video di Lucia per un ammorbidente fatto in casa

Ingredienti

Tra gli additivi in commercio troviamo i sequestranti di durezza che aiutano a requisire i minerali indesiderati come il calcio, il magnesio e altri metalli pesanti, eliminando quindi gli inconvenienti dovuti alla durezza dell’acqa che infeltrisce i capi e conferisce al contempo un cattivo odore a causa dell’ossidazione.

Particolarmente inquinanti, negli anni Settanta del Novecento, salirono anche agli onori di cronaca italiana a seguito di episodi di crescita abnorme di alghe nel mare Adriatico, a causa proprio di una tipologia particolare di sequestranti poi ritirata dal commercio: i polifosfati.

Ammorbidente

Per produrre un additivo ammorbidente contro calcare e durezza dell’acqua sciogliamo 200 g di acido citrico, dal grande potere disincrostante, in 800 g di acqua distillata dentro una bottiglia o flacone da 1 litro.
L’acido citrico è uno degli acidi più diffusi negli organismi vegetali, lo troviamo ad esempio nel succo di limone e di arancia. Si compra in farmacia, dove però è più costoso, o ancor meglio sui siti internet che vendono integratori o nei negozi bio a circa 3 -5 euro al chilo. Di questo additivo, per i nostri usi, ne servono 50 ml, ovvero una tazzina da caffè, da aggiungere alla vaschetta del detersivo.

LEGGI e GUARDA gli altri consigli di Lucia Cuffaro:

Banner Macrolibrarsi

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Iscriviti alla Newsletter!