Carmen

Carnevale si avvicina, ed è difficile immaginarlo senza dolci. Grazie a Carmen andremo a preparare dell buonissime frappe veg con succo di arancia e melagrana. Non perdiamo tempo, e mettiamoci subito all’opera!

Ingredienti

  • 4 cucchiai di vino bianco frizzante
  • il succo di un’arancia
  • la scorza grattugiata di un’arancia
  • il succo di una grossa melagrana
  • 1 cucchiaio di olio di girasole
  • farina tipo 2
  • zucchero a velo
  • olio di arachidi per friggere

Materiali

  • spremiagrumi
  • grattugia
  • ciotola
  • tagliere
  • macchina per sfoglia
  • rotella tagliapasta dentellata
  • tegame
  • carta assorbente
  • colino piccolo a maglia fine
  • bilancia
  • vassoi

Proprietà delle frappe veg di Carnevale

Queste frappe veg di Carnevale, a differenza delle frappe tradizionali, hanno un gusto e un colore diverso dal solito dato dal succo della melagrana.

Questo frutto è un potente antiossidante, è ricco di vitamina C, vitamina K e vitamine del gruppo B, il succo di arancia arricchisce ulteriormente la vitamina C e le bollicine del vino portano friabilità al momento della frittura.

In assenza della melagrana è possibile utilizzare tutto succo d’arancia e per dare colore si può sostituire il vino bianco frizzante con una stessa quantità di vino rosso, sempre frizzante.

Procedimento per le frappe veg

Frappe Veg - SuccoPrendiamo un’arancia piuttosto grossa, possibilmente bio, la laviamo bene, la asciughiamo e ne grattugiamo la buccia, facendo attenzione a non intaccare con la grattugia la parte bianca.
Raccogliamo la buccia grattugiata in una ciotola.

Con uno spremiagrumi spremiamo l’arancio e la melagrana e versiamo il succo insieme alla buccia.

Aggiungiamo il vino, l’olio di semi di girasole, mescoliamo un po’ e pesiamo questo “cocktail” per calcolare quanta farina possiamo impastare.

Prepariamo l’impasto delle frappe veg

Frappe veg - ImpastoCalcoliamo circa 60 gr. di liquido per ogni 100 gr. di farina di tipo 2, quindi mettiamo la farina in una ciotola, versiamo il liquido e cominciamo ad impastare con le mani, quando il succo sarà stato assorbito passiamo sul tagliere e impastiamo bene fino ad ottenere un impasto liscio e piuttosto sodo.

Lasciamo riposare l’impasto coperto con una ciotola, o fasciato nella pellicola trasparente, per circa 30/40 minuti.

Trascorso il tempo di riposo stendiamo la pasta con la macchina per la sfoglia, un pochino per volta passandola più volte nei rulli impostati sulla prima tacca, la più spessa, fino ad ottenere una sfoglia omogenea e liscia.

Ora riduciamo lo spessore dei rulli di una tacca e passiamo nuovamente la sfoglia, procediamo così fino alla penultima tacca.

Frappe veg - SfogliaStendiamo tutta la pasta, poi riprendiamo il primo pezzo di sfoglia stesa e lo passiamo nell’ultima tacca dove avremo lo spessore molto sottile che permetterà alle frappe di cuocere in brevissimo tempo e di risultare ancora più friabili.Frappe veg - Strisce di sfoglia

L’attesa di qualche minuto, prima dell’ultimo passaggio nella sfogliatrice, permette alla pasta di asciugarsi un pochino e rendere questa operazione più agevole.

Stesa tutta la sfoglia, con la rotella dentellata tagliamo delle strisce, più o meno larghe a seconda del nostro gusto, e procediamo alla cottura.

Passiamo alla cottura delle frappe veg

Versiamo un litro di olio di arachidi in un tegame piccolo e alto così che le frappe possano “galleggiare”, scaldiamo l’olio e per vedere se è pronto per la frittura buttiamo un pezzetto di sfoglia, se comincia subito a fare le bolle e la sfoglia galleggia l’olio è pronto.

Mentre l’olio si scalda ci prepariamo la postazione di lavoro; accanto al piano cottura mettiamo un piatto con alcuni fogli di carta assorbente, qui vi appoggeremo le frappe appena tolte dall’olio, di seguito mettiamo il vassoio da portata, coperto con un tovagliolo di carta o un pizzo decorativo per alimenti dove vi metteremo le frappe una volta asciugate dall’olio di cottura, lì vicino teniamo a portata di mano una ciotola con lo zucchero a velo e un piccolo colino a maglia fine per poterlo spargere uniformemente sulle frappe.

Ora prendiamo una striscia di pasta, la annodiamo in un nodo molto molto lento e la mettiamo nell’olio, appena torna a galla con una forchetta la giriamo così che cuocia uniformemente, pochi secondi e la frappa è cotta.

Mettiamo su carta assorbente, passiamo sul vassoio, spolverizziamo con lo zucchero a velo e sono pronte per essere gustate.

Un consiglio, l’olio non deve mai friggere a vuoto, quindi l’operazione di frittura deve essere costante e piuttosto veloce, avere qualcuno che ci passi le strisce di pasta e che metta le frappe nel vassoio di portata spolverizzandole di zucchero a velo sarà un aiuto prezioso.

Grazie al mio compagno Mauro che in questi casi non manca mai di aiutarmi…e di…assaggiare ovviamente.

Buon appetito!!!

Frappe veg - Frittura

Banner Macrolibrarsi

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here