Seguimi per altri contenuti su
Telegram | Instagram | Facebook | Newsletter | Youtube

Ingredienti

Procedimento

Se non vogliamo rinunciare alle fragranze floreali tipiche dei prodotti in commercio, al nostro detersivo fatto in casa (clicca qui per scoprire come farlo) possiamo aggiungere 25 gocce di olio essenziale alla lavanda (va bene anche di geranio) per aromatizzarlo e per renderlo maggiormente disinfettante grazie al potere antisettico degli oli, autoproducendo così anche un additivo profumato.

Lo sostituiamo a quelli sintetici che vengono aggiunti per migliorare l’odore di un detergente o ammorbidente mascherando il “puzzo” di alcune materie prime. Un elemento chimico in più che in alcuni casi su persone delicate (come i bambini) può provocare allergie.


Scuola dell'Autoproduzione di Lucia Cuffaro

Lucia Cuffaro - Scuola dell'Autoproduzione Online

Vuoi intraprendere un percorso per migliorare il tuo benessere, quello della tua famiglia e dell'ambiente, con tanto risparmio?
66 lezioni (se ne aggiunge una in più al mese!) su alimentazione sana, cosmesi, detersivi, saponi, rimedi per la salute, giardinaggio, cura degli animali domestici, rifiuti zero e tanto altro!
Avrai accesso illimitato per sempre alle video lezioni, dispense, quiz divertenti, e al Gruppo studenti con tante altre lezioni dal vivo e il supporto costante di Lucia.
Per altre informazioni scrivi pure a info@ecosapere.it

SCOPRI LA SCUOLA DELL'AUTOPRODUZIONE



Banner Macrolibrarsi
Seguimi per altri contenuti su
Telegram | Instagram | Facebook | Newsletter | Youtube

3 COMMENTI

  1. Ciao Lucia, l’olio essenziale di lavanda è tra quelli che hanno un miglior profumo ma possono andar bene anche altri tipi di oli essenziali? come quello di eucalipto, tea tree, timo, limone ecc..

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here