Seguimi per altri contenuti su
Telegram | Instagram | Facebook | Newsletter | Youtube

Fervida: come fare il detersivo con scarti di cibo vegetale

di Lucia Cuffaro

Lucia Cuffaro

Siamo sommersi dagli scarti del cibo. Secondo il rapporto Onu 2021, ogni anno vanno sprecate 931 milioni di tonnellate di cibo nel mondo, pari al 17% di tutto quello prodotto.

Questo dato fa emergere un problema ambientale e gestionale non indifferente, a causa della grande quantità di umido e organico che ogni giorno anche in Italia viene scartato.

Spesso infatti gettiamo via delle parti di cibo che ancora si potrebbero utilizzare, anche in modo funzionale, come ad esempio per l’autoproduzione di detersivi e detergenti per la casa.

Fervida: come fare il detersivo con scarti di cibo

Occorrente

  • 500 ml di acqua demineralizzata
  • 300 g di scarti di frutta e verdura (senza noccioli)
  • 100 g di zucchero di canna naturale o altro dolcificante naturale
  • barattolo capiente di vetro con coperchio
  • bottiglia di vetro
  • garza o fazzoletto
  • elastico

Prepariamo il fervida

Con scarti di ogni tipo di frutta e verdura si può autoprodurre un detersivo efficiente e versatile.

Questo procedimento fa riferimento a un’antichissima tecnica thailandese. Il nome orientale è Nam Mak, quello italiano Fervida, o Fermenti di vita: dei fermentati di vegetali, che contengono microorganismi dalle caratteristiche detergenti e purificanti.

Si tratta quindi di un concentrato di batteri buoni per l’igiene della casa, che tutelano la nostra salute e quella dell’ambiente. La ricetta prevede soli tre ingredienti da miscelare nelle giuste proporzioni: 5, 3, 1.

Cinque parti di acqua, tre di scarti vegetale (anche bucce di qualsiasi tipo, ma senza noccioli) e una di dolcificante, come lo zucchero di canna o un buon miele bio. Una ricetta semplice e di grande utilità.

Fervida: detersivo universale - Scarti di cibo

Per prima cosa gli scarti vegetali devono essere lavati con cura e asciugati. In un barattolo di vetro sterilizzato si inseriscono poi tutti gli elementi: 500 ml di acqua demineralizzata (quella usata in genere per il ferro da stiro), 300 g di scarti di frutta e verdura e 100 g di zucchero di canna o un altro dolcificante.

Non bisogna riempire completamente, per lasciare un volume di spazio alla fermentazione.

Si appoggia quindi sopra il tappo senza chiudere ermeticamente.

Fervida: detersivo universale - Acqua

Per evitare l’ingresso di insetti e polvere, si protegge l’imbocco con una garza o un fazzoletto di stoffa fissato con un elastico.

Fervida: detersivo universale - Garza

Una volta al giorno si dovrebbe agitare il barattolo per mescolare e attivare gli ingredienti, fino al momento in cui tutti gli scarti di cibo saranno sul fondo. Questo avviene in genere in 30 giorni.

Dopo 4 mesi dal procedimento iniziale, il preparato è pronto per essere usato come detersivo universale. Si filtra usando un imbuto e una garza e si trasferisce in una bottiglia di vetro. Volendo, una parte invece, si può travasare direttamente in uno spruzzino pronto all’uso.

Fervida: uso e conservazione

Lo possiamo quindi usare per tantissime necessità casalinghe, come sgrassatore per superfici, detergente per pavimenti, detersivo per piatti, pulisci vetri e specchi e detergente sanitari.

I dosaggi sono quelli classici di un prodotto eco bio.

Il detersivo universale con scarti di ortaggi e frutta ha un costo solo di qualche centesimo e si conserva addirittura fino a un anno in un luogo fresco e lontano da luce diretta.

Questa autoproduzione, che non contiene quindi sostanze di derivazione petrolchimica, inquinanti per le falde e i terreni con conseguenti problemi per la flora e la fauna, è utile anche per diminuire la produzione di plastica da imballaggio di cui solitamente si abusa nei prodotti per la detergenza.

In tre parole: ecologico, economico e versatile.

Per approfondire, molto interessante è la pagina degli amici del Bosco di Ogigia Fervida: cosa sono, come si preparano e a cosa servono

Video

Il mio Video Tutorial durante una puntata nella rubrica Chi fa da sè a Unomattina in Famiglia.

Leggi pure
Il tuo kit per l’autoproduzione: pochi ingredienti ma buoni

Come sterilizzare i barattoli di vetro

Il percarbonato di sodio: smacchiatore e igienizzante ecologico

Detersivi profumati con agrumi e spezie fai da te

Pulizia del rame con limone

Banner Macrolibrarsi

Scuola dell'Autoproduzione di Lucia Cuffaro

Lucia Cuffaro - Scuola dell'Autoproduzione Online

Vuoi intraprendere un percorso per migliorare il tuo benessere, quello della tua famiglia e dell'ambiente, con tanto risparmio?
74 lezioni (se ne aggiunge una in più al mese!) su alimentazione sana, cosmesi, detersivi, saponi, rimedi per la salute, giardinaggio, cura degli animali domestici, rifiuti zero e tanto altro!
Avrai accesso illimitato per sempre alle video lezioni, dispense, quiz divertenti, e al Gruppo studenti con tante altre lezioni dal vivo e il supporto costante di Lucia.
Per altre informazioni scrivi pure a info@ecosapere.it

SCOPRI LA SCUOLA DELL'AUTOPRODUZIONE



Seguimi per altri contenuti su
Telegram | Instagram | Facebook | Newsletter | Youtube

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here