Seguimi per altri contenuti su
Telegram | Instagram | Facebook | Newsletter | Youtube

Il pane è un bene primario tra i più antichi. I primi rilevamenti di una pagnotta risalgono al 12.000 a.C. in Giordania. Nella tradizione di tutti i popoli del mondo così come da noi è presente in ogni cucina. E accomunava tutti. Un tempo era talmente prezioso che non se ne sprecava neanche una briciola.

Peccato che ai nostri giorni sia l’alimento più sprecato (ben il 23% in Italia). Una volta duro viene infatti gettato via.

E allora cosa fare? Magari affondando le radici nelle tradizioni popolari italiane che ci hanno trasmesso idee e ricette.

di Lucia Cuffaro

Lucia Cuffaro - Pappa al pomodoro

Tra i piatti di recupero regionali troviamo ad esempio la panzanella e la pappa al pomodoro toscana, i canederli trentini, la dolce torta miascia alla frutta, torta di pane raffermo, la parmigiana di pane, il pane fritto dolce o salato, e anche un piatto particolare: l’acquasale o cialledda di molte regioni del sud Italia che secondo la tradizione antica veniva fatta dai pescatori o dalle persone che vivevano vicino al mare ammollando il pane raffermo con l’acqua di mare.


Martedì 6 dicembre, dalle ore 21.00 in diretta Facebook e YouTube ci vediamo per festeggiare la nuova stagione della Scuola dell'Autoproduzione on line su EcoSapere con una lezione in diretta con accesso gratuito, in cui mostrerò "7 Autoproduzioni ecologiche ed economiche", naturali, per il tuo benessere e di tutta la famiglia! Lucia Cuffaro - 7 Autoproduzioni ecologiche ed economiche ISCRIVITI GRATUITAMENTE

Acquasale - Mare

Pappa al pomodoro

Occorrente
per 2 persone:

Fonte:
Pappa al Pomodoro: la vera ricetta toscana – Ciao ToscanaIn Toscana dove nasce questo piatto, le classi meno agiate della popolazione, crearono la ricetta per recuperare il pane raffermo, … Per quanto riguarda il nome, sembra che pappa provenga dal modo che hanno i bambini di chiamare qualsiasi tipo di pasto… Abbiamo visto che il piatto ha origini umili, nonostante ciò diviene famoso in tutta Italia agli inizi del ‘900 grazie allo scrittore fiorentino Luigi Bertelli, noto al grande pubblico come Vamba, che cita più volte la Pappa nel suo Giornalino di Gian Burrasca. Ricetta che riceve ulteriore consacrazione negli anni ’70 quando il Giornalino di Vamba diventa una serie televisiva interpretata dalla cantante e attrice Rita Pavone che durante lo show cantava la canzone Viva la pappa col pomodoro” (scritta da Lina Wertmüller e musicata da Nino Rota).

Video Rai in cui canta la Pavone: CLICCA QUI

Rita Pavone - Viva la pappa col pomodoro

Prepariamo la pappa al pomodoro

Dentro un pentolino facciamo il soffritto con aglio, olio e peperoncino. Poi aggiungiamo i pomodori pelati o freschi a pezzettoni (meglio senza buccia) con il sale e pepe. Dopo 10’ si aggiungono anche le fette di pane tagliate a pezzi (se troppo dure si possono mettere in una ciotola con acqua ad ammollare) e il brodo o acqua.

Si fa cuocere per altri 10-15 minuti e alla fine con una frusta o una forchetta si sbatte per avere una Pappa più cremosa e omogenea. Infine, si aggiunge il basilico in quantità a piacere e un filo di olio prima di servirla calda.

Una bontà! Piace tanto anche ai bambini e si serve sia calda che fredda. Si conserva in frigo per qualche giorno.

Lucia Cuffaro - Pappa al pomodoro - Rai1

Video

Se vuoi vedere in video come farla ecco la puntata Rai dedicata al pane raffermo.

In particolare abbiamo visto:

  1. Trucchi per conservare il pane
  2. Trucco per fare il pan grattato con una grattugia
  3. Pappa al pomodoro
  4. Torta di pane raffermo
  5. Scrub con briciole di pane
  6. Trucco per pulire i muri con la mollica

Per vedere il video su Youtube CLICCA QUI
Per vederlo su Facebook CLICCA QUI

Leggi anche
Torta dolce di pane raffermo o Torta paesana

Seguimi per altri contenuti su
Telegram | Instagram | Facebook | Newsletter | Youtube

Banner Macrolibrarsi

Scuola dell'Autoproduzione on line con Lucia Cuffaro

Lucia Cuffaro - Scuola dell'Autoproduzione Online

Mi chiamo Lucia Cuffaro e insegno come mettere in pratica stili di vita ecologici, da attivista e per lavoro. Conduco ogni domenica l'eco-rubrica di Unomattina in Famiglia in diretta su Raiuno. Ho pubblicato libri sul tema e organizzato centinaia di corsi e seminari.

La mia Scuola dell'Autoproduzione è un percorso ragionato e strutturato sulla base di 14 anni di esperienza e di lavoro con professionisti. Permette di sperimentare tutta l'autoproduzione domestica e apprendere in modo veloce e produttivo.

Un totale di 40 ore di video lezioni, strutturate in modo semplice e divertente.

Avrai accesso illimitato per sempre, in Italia o all'Estero, su un portale facilissimo da usare. Troverai 62 video lezioni registrate da consultare quando vuoi, da cellulare, tablet e computer. E poi dispense scaricabili, quiz divertenti per fissare i concetti e approfondimenti.

Ogni mese organizzo anche delle lezioni aggiuntive in diretta con gli studenti (registrate e consultabili anche per chi si iscrive dopo).

Se vuoi approfondire il tema della cucina naturale, la cosmesi, i detersivi fai da te, i rimedi per la salute, l'orto in balcone e in campo, il giardinaggio, è ancora possibile entrare nella mia Scuola dell'Autoproduzione.

Clicca il testo verde oppure scrivimi a info@ecosapere.it

SCOPRI LA SCUOLA DELL'AUTOPRODUZIONE

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here