di Mia Rossi

Infermiera Diplomata con Libero Esercizio e Terapista Complementare Cantonale e studentessa della Scuola dell’Autoproduzione on line

Mia Rossi

Autoproduzioni a partire da 24 Kg di pomodori peretti

Ho creato tutte queste produzioni nell’arco di tre giorni, con a disposizione lassi di tempo diversi. In questo modo ho potuto concentrare il massimo di autoproduzione possibile. Inoltre visto che la maturazione dei pomodori peretti non era tutta uguale, ho potuto lasciare al sole quelli che necessitavano ancora di un po’ di maturazione.

Ho utilizzato pomodori peretti, NON bio. Non sempre ho la possibilità di acquistare BIO, però sono convinta che cucinando con passione, amore e dando energia positiva ad ogni cibo, posso creare ugualmente piatti sani, mostrando comunque gratitudine per quanto la natura ci dona.

Inoltre imparando a riutilizzare ogni piccolo scarto e reinserendole nelle varie preparazioni, ho potuto osservare quanta abbondanza di cibo riesco ad avere in più, rispetto ad una volta che mancavo di questa consapevolezza.

Pomodori peretti: tutte le preparazioni

  1. Pomodori essiccati
  2. Pomodori essiccati e poi creato polvere
  3. Pomodori a pezzi con basilico, pastorizzati
  4. Concentrato di pomodoro con cipolle e aglio, pastorizzati
  5. Salsa di pomodoro, pastorizzati
  6. Salsa di pomodoro, con cipolle, aglio e sedano, congelati
  7. Basilico in esubero: Pesto al basilico senza formaggio, pastorizzati
  8. Basilico i suoi scarti: rametti essiccati e polverizzati
  9. Cipolle e Aglio: essiccati
  10. Bucce di cipolle e aglio essiccati e polverizzati
  11. Liquido di pomodoro rimasto: cotto del riso basmati e paraboiled, congelato come pasti pronti

Premessa:
Per tutte le preparazioni con i pomodori ho lasciato la pelle.
Quando autoproduco, mi piace sfruttare a partire dalla produzione primaria, in questo caso i pomodori, tutte le preparazioni correlate in cui posso utilizzare al meglio il tempo, le diverse possibilità di preparazioni/cotture e anche tutti i vari scarti.

In questo modo riesco a concentrare molte preparazioni diverse in lassi di tempo brevi. Questo anche perché non ho la possibilità di creare ad esempio grandi quantità di salsa in una volta sola. Infatti non ho le placche e pentole che possano supportare grandi quantità.

1. Pomodori essiccati

I tempi variano da essiccatore e dalla potenza individuale.

Ho tagliato i pomodori peretti di piccola e media grandezza a rondelle e messi nell’essiccatore. Ho 2 essiccatori e ho potuto fare tre tornate. Nelle foto potrete vedere quanta resa ho avuto.

Pomodori peretti - Essiccati

Ho essiccato per 14 ore a 70° con un essiccatore e con l’altro ci sono volute solo 6 ore, fino a quando toccandoli erano ben secchi e poco flessibili.

Pomodori peretti - Essiccatore

Li ho invasati subito a caldo. Da uno chef che utilizza nel quotidiano l’essiccazione, ho imparato che gli alimenti essiccati è meglio invasarli subito e chiudere immediatamente il coperchio a vite.

Pomodori peretti - Vasi

2. Pomodori essiccati e poi creato polvere

Una piccola parte della produzione essiccata ho deciso di polverizzarla per avere sotto mano un insaporitore da usare per rinforzare ed esaltare eventuali preparazioni in cucina, o anche da aggiungere semplicemente a sughi o zuppe.

3. Pomodori a pezzi con basilico, pastorizzati

Ho tagliato i pomodori peretti in 4 pezzi o più.

Pomodori peretti a pezzi

Poi li ho messi in vasetti con lo strato della pelle verso il basso, facendo diversi strati, pigiando un po’, e mettendo ad ogni strato una fogliolina di basilico. In seguito, ho chiuso i vasetti con coperchio a vite e li ho adagiati in pentola con dei canovacci per tenerli separati.

Pomodori peretti a pezzi - Strati

Ho riempito la pentola di acqua fredda, ho portato a ebollizione e pastorizzato per 60 min a fuoco medio. Trascorso il tempo, ho lasciato i vasetti con i pomodori nella pentola per almeno 12 ore. Infine li ho tolti e poi asciugati. La produzione dell’anno scorso, la sto gustando ancora dopo un anno.

Pomodori peretti a pezzi - Strati con Basilico

Non avendo aggiunto condimenti, il contenuto potrà essere usato nei modi più svariati: ad esempio, anche in insalata mi è capitato di gustarmeli… e che aroma!

Pomodori peretti a pezzi - Strati con Basilico - Vasetti

4. Concentrato di pomodoro con cipolle e aglio, pastorizzato

Inizialmente partendo da piccoli scarti (es: fondo dei peretti puliti dal picciolo), ho iniziato a metterli in una pentola e poi a mano a mano che facevo altre preparazioni ho aggiunto altri pomodori. Ho cotto a fuoco inizialmente alto e poi a fuoco medio, con un cucchiaino di sale e uno di zucchero.

Passata di pomodoro peretti - Cottura

Passata di pomodoro peretti - Mestolo

Ho aggiungo cipolle e aglio a mio gusto e ho fatto cuocere per un totale di un’ora. Ho lasciato raffreddare, poi ho usato un colino a maglie fini, per filtrare la maggior parte dei liquidi che restavano.

Ho rifiltrato il tutto una seconda volta e poi ho frullato. Il liquido raccolto dalla filtrazione l’ho versato in un pentolone grande da riusare a breve, durante la preparazione della salsa di pomodoro.

Passata di pomodoro peretti

Ho messo il composto in un pentolino antiaderente, ho riscaldato a fuoco medio alto. Raggiunta la temperatura, ho abbassato il calore a fuoco medio e ho fatto evaporare il liquido rimanente. A mano a mano che si addensava, ho diminuito il fuoco. Importante: rimestare di frequente e controllare che non attacchi o bruci.

Passata di pomodoro

Dopo 2 ore, ho versato il concentrato di pomodoro in vasetti da 200 ml. Ho poi pastorizzato per 45 min i vasetti, insieme alla produzione di pesto al basilico, così da sfruttare una pastorizzazione unica.

Passata di pomodori peretti - Vasetti

5. Salsa di pomodoro, pastorizzata

Dal pentolone, in cui avevo messo il liquido rimasto dalla filtrazione del concentrato di pomodoro, ho aggiunto scarti di pomodori peretti e peretti tagliati a pezzi.

Salsa pomodoro - Peretti tagliati

Salsa pomodoro - Taglio Peretti

Salsa pomodoro - Taglio

Ho fatto cuocere per un’ora a fuoco medio alto e poi ho lasciato raffreddare con coperchio. Ho filtrato il composto due volte e il liquido ricavato l’ho messo in una pentola per la preparazione della salsa di pomodoro, che in parte congelerò e in parte ci farò vasetti pastorizzati.

Salsa di pomodoro

Ho poi frullato il composto e riempito vasetti e bottiglie, poi pastorizzato il tutto per 60 min. Dopo 12 ore ho tolto i vasetti dalla pentola e li ho asciugati.

Salsa di pomodoro - Vasetti

6. Salsa di pomodoro, con cipolle, aglio e sedano, congelati

Dalla pentola in cui avevo messo il liquido ricavato dalla produzione di salsa di pomodoro, ho aggiunto scarti e pomodori peretti tagliati a pezzi. Infatti nel frattempo ho fatto le altre due tornate di pomodori essiccati.

Ho iniziato a cuocere a fuoco alto e poi a fuoco medio. Dopo un’ora, ho aggiunto cipolle, aglio e sedano a pezzetti e fatto cuocere ancora 30 minuti. Infine ho fatto raffreddare il tutto, poi messo in contenitori di plastica e congelato.

7. Basilico in esubero: Pesto al basilico senza formaggio, pastorizzati

Ho adattato ricette trovate sul web secondo i miei gusti e le mie necessità alimentari.

Occorrente

  • 45 gr di pinoli, o anacardi o mandorle spellate
  • 3 spicchi di aglio
  • sale
  • 150 gr di foglie di basilico
  • 100 ml di olio di riso
  • 3 cucchiai di lievito alimentare

Ho mixato 45 gr di pinoli, o anacardi o mandorle spellate, con 3 spicchi di aglio, 3 prese di sale. Quando ben omogeneo ho aggiunto 150 gr di foglie di basilico e a filo 100 ml di olio di riso e ho mixato poco alla volta.

Al posto del formaggio, ho aggiunto 3 cucchiai di lievito alimentare frullando brevemente. Ho provato e aggiustato i sapori secondo i miei gusti. Ho travasato in vasetti di vetro, coperto con un filo di olio di riso, chiuso con tappo a vite, e pastorizzato insieme al concentrato di pomodori per 45 min. Lasciati in pentola per 12 ore e poi tolto i vasetti e asciugati.

I due motivi per i quali non uso olio di oliva:

Il primo motivo è perché ho un famigliare intollerante all’olio d’oliva.

Il secondo è perché un nutrizionista mi ha consigliato di usare l’olio di riso stabilizzato con la Vitamina E. La vitamina E, è un ottimo conservante naturale e mi ha spiegato che per le preparazioni a base di olio, sia pastorizzate che non, è un’ottima alternativa.

Personalmente mi trovo molto bene, infatti anche la salsa di verdure in agrodolce (che ha anche l’olio come ingrediente) ho notato che anche dopo molti mesi la ritrovo intatta nel gusto, a differenza di quando usavo l’olio d’oliva.

Pesto vegan

8. Basilico e i suoi scarti: rametti essiccati e polverizzati

Questa preparazione è un esperimento personale: ho provato ad essiccare i rametti, anche quelli verdi e con i fiori, aggiungendoli ad una griglia in cui stavo essiccando i pomodori. Una volta ben essiccati li ho frullati subito ancora caldi, e li ho travasati in vasetto di vetro a vite.

Rametti basilico

Basilico - Essiccatore

Basilico essiccato

Basilico essiccato vasetto

9. Cipolle e Aglio: essiccati

Visto che stavo già piangendo tagliando cipolle e aglio per le varie preparazioni, ho pensato di andare avanti… così, ho abbondato e preparato altre cipolle tagliate a metà e poi a fette fini e ho fatto la stessa con l’aglio.

Ho tenuto le bucce di cipolle e aglio. (CLICCA QUI per vedere il video di Stefano Vendrame da cui ho tratto l’informazione).

Un volta finita l’essicazione dei pomodori, li ho messi ad essiccare per almeno 12 ore. Una volta ben secchi e poco flessibili, li ho messi ancora caldi in vasetti di vetro con coperchio a vite.

Cipolle e Aglio Essiccati

10. Bucce di cipolle e aglio essiccati e polverizzati

Da un video del nutrizionista Stefano Vendrame, “domande al nutrizionista” su YouTube oppure www.spaziosfera.com.

Come spiegato nel video ho tenuto bucce di cipolle e aglio. Prima di polverizzare, ho messo in essiccatore 30 min, così da essere sicura che non avessero preso umidità. Poi ho mixato il tutto e travasato subito in vasetti con coperchio a vite.

Bucce di cipolle e aglio

Per raccogliere le bucce, uso le reti delle cipolle che acquisto, così restano ben areate e posso aspettare di averne un bel po’ prima di preparare la polvere. Utilizzo la polvere in tantissimi modi: dal creare un sale aromatizzato con erbette, lo aggiungo a preparati di verdure, carni, lo uso anche per insaporire l’acqua della pasta e del riso (così da ridurre il sale), sul formaggio fuso, nelle insalate, ecc …

Bucce di cipolle e aglio - Vasetti

11. Liquido di pomodoro rimasto: cotto del riso basmati e paraboiled, congelato come pasti pronti

Alla fine di tutte le preparazioni, non ero ancora soddisfatta perché mi restava molto liquido dalla cottura dei pomodori per la salsa e non volevo buttarlo. All’inizio pensavo di metterlo in bottiglie e pastorizzarlo, ma poi ho pensato ad un’alternativa più proficua.

Riso - Pentola

Riso - Cottura

Ho pensato di cuocere riso paraboiled e basmati nel liquido di pomodoro (mmm che sapore aveva …), così che durante la cottura assorbisse il liquido. Ho aggiunto foglie di basilico rimaste e ho salato il minimo.

Al termine della cottura, il riso ancora al dente l’ho versato in vaschette che ho poi congelato. Così da avere nei prossimi mesi delle porzioni già pronte.

Riso - Vaschette


Mi presento: sono Mia

  • Diploma di Assistente Geriatrica (professionista in cura della persona anziana)
  • Brevetto soccorritrice volontaria (ambulanza)
  • Diploma di Infermiera (nel 1998)
  • Corsi Fiori di Bach (dal 1998, corso base e approfondimenti)
  • Corso di Reiki: 1 livello, 2 livello, Master and Teacher in the “Usui System of Natural Healing”
  • Pranoterapia: da quando sono piccola, 11 anni, ho sviluppato in modo spontaneo il lavorare con l’energia e negli anni ho potuto far crescere le mie capacità; sempre nel Rispetto di ogni essere vivente e nel Rispetto dell’energia stessa.

Negli anni a venire ho approfondito e studiato in modo autodidatta o con corsi, molte altre tematiche quali alimentazione, ambiente, e altro ancora …

Avvicinarmi all’autoproduzione e alla conoscenza del mondo ambientale, sociale, ecologico, alimentare e altro, è stata per me un’ulteriore svolta e possibilità di crescita, sia come essere umano che come professionista.

Mi piace apprendere da ogni cosa e ringrazio ogni persona che mi ha donato parte del suo sapere, che mi ha poi dato l’opportunità a mia volta di crescere e condividere quello che imparo.

Da gennaio 2000, ho aperto il mio studio da indipendente.
Lavoro con l’autorizzazione dall’Ufficio Sanità del Canton Ticino, quale Infermiera Diplomata con Libero Esercizio e Terapista Complementare Cantonale, dal 2006

Nel mio studio propongo:

  • Consulenza mirata e personalizzata al paziente
  • Trattamenti di Pranoterapia
  • Floriterapia e Miscele Vibrazionali
  • Insegnante Master Reiki, Corsi

Per Animali:

  • Floriterapia e Miscele Vibrazionali
  • Lavori Energetici a Distanza

Scuola dell'Autoproduzione on line con Lucia Cuffaro

Lucia Cuffaro - Scuola dell'Autoproduzione Online

Mi chiamo Lucia Cuffaro e insegno come mettere in pratica stili di vita ecologici, da attivista e per lavoro. Conduco ogni domenica l'eco-rubrica di Unomattina in Famiglia in diretta su Raiuno. Ho pubblicato libri sul tema e organizzato centinaia di corsi e seminari.

La mia Scuola dell'Autoproduzione è un percorso ragionato e strutturato sulla base di 14 anni di esperienza e di lavoro con professionisti. Permette di sperimentare tutta l'autoproduzione domestica e apprendere in modo veloce e produttivo.

Un totale di 30 ore di video lezioni, strutturate in modo semplice e divertente.

Avrai accesso illimitato per sempre, in Italia o all'Estero, su un portale facilissimo da usare. Troverai 40 video lezioni registrate da consultare quando vuoi, da cellulare, tablet e computer. E poi dispense scaricabili, quiz divertenti per fissare i concetti e approfondimenti.

Ogni mese organizzo anche delle lezioni aggiuntive in diretta con gli studenti (registrate e consultabili anche per chi si iscrive dopo).

Se vuoi approfondire il tema della cucina naturale, la cosmesi, i detersivi fai da te, i rimedi per la salute, l'orto in balcone e in campo, il giardinaggio, è ancora possibile entrare nella mia Scuola dell'Autoproduzione.

Clicca il testo verde oppure scrivimi a info@ecosapere.it

SCOPRI LA SCUOLA DELL'AUTOPRODUZIONE

EcoSapere - Scuola dell'Autoproduzione
Banner Macrolibrarsi

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here