La parola Kefir deriva dall’armeno Keif che significa benessere. È frutto della fermentazione del latte fresco o dell’acqua zuccherata attivata da una coltura madre naturale con microrganismi specifici, fermenti e lieviti che rendono il prodotto gustoso e sano, grazie all’abbondanza di vitamine, calcio, fosforo e magnesio.

Nella pratica questa colonia è contenuta nei cosiddetti granuli di Kefir. Ottimo per problemi intestinali o di povertà della flora batterica, è consumato anche da persone che sono intolleranti al lattosio (sia di latte che d’acqua) dato che nel processo di fermentazione questo viene idrolizzato.

Come reperire i granuli per il Kefir d’acqua?

Kefir d'acqua - Granuli

In genere non si acquistano, ma sono regalati facilmente da un altro autoproduttore, crescono infatti di qualche grammo al giorno e si riproducono facilmente, se non stiamo attenti si prenderanno anche la nostra casa!

Si possono acquistare su internet nei vari siti specializzati, anche se è meglio cercare un blog di scambio granuli o una persona amica che possa donarceli: farà infatti molto attenzione a darceli in piena salute!

Ingredienti

  • 3 cucchiai di granuli di Kefir d’acqua
  • 1 l d’acqua di rubinetto
  • 2 cucchiai zucchero di canna naturale
  • 1/2 limone bio
  • frutta secca (7 acini di uva passa o 1 prugna essiccata o 1 fico essiccato)
  • aromi (facoltativi)

Materiale

  • barattolo di vetro grande con coperchio
  • colino a maglie fitte e imbuto
  • bottiglia di vetro

Come fare il Kefir d’acqua vegano

come fare il kefir d'acquaPossiamo fare in casa facilmente una bevanda probiotica a base d’acqua, adatta quindi anche agli intolleranti al lattosio e ai vegani.

Il procedimento è simile al kefir di latte, ma si usano i granuli di Kefir d’acqua.

Stiamo attenti all’igiene: ogni utensile deve essere ben pulito per evitare contaminazioni.

In un barattolo grande di vetro poniamo in questo ordine: lo zucchero di canna da sciogliere mescolando, i granuli di kefir d’acqua, gli spicchi di limone, la frutta secca (7 acini di uva passa o 1 prugna o 1 fico essiccati) e un litro di acqua di rubinetto a temperatura ambiente.

Lasciamo lavorare i microrganismi

Si ripone il barattolo al buio con il coperchio appoggiato sopra per far passare un filo d’aria, girando una volta al giorno. Noteremo un curioso movimento di granuli che si spostano come per cercare le sostanze zuccherine di cui sono ghiotti, e per effetto del carbonio che si viene a formare.

Kefir d'acqua - IngredientiDopo aver fatto fermentare per circa 48 ore (in inverno anche 3 gg se posto in ambiente freddo), filtriamo il tutto, facendo attenzione a strizzare la frutta (e tenendo da parte i granuli per la prossima fermentazione).

Si tiene quindi la parte liquida. Avremo ottenuto una bevanda leggermente frizzante con una percentuale alcolica dell’1% circa.

Volendo possiamo aggiungere ora aromi naturali come una stecca di cannella o di vaniglia o aggiungere una tisana, un infuso, un the o del karkadè, ovviamente freddi e filtrati.

La bevanda di kefir si conserva in una bottiglia di vetro in frigorifero per 3 giorni.

Rigenerare i granuli

I granuli di kefir possono essere riutilizzati immediatamente (ricominciando il procedimento da capo, come ho scritto prima), oppure si possono conservare fino a 15 giorni in frigorifero, in un barattolino di vetro, con acqua zuccherata e con un coperchio appoggiato.

Per periodi di lunghe assenze da casa, si possono congelare in un barattolino con acqua e un po’ di zucchero chiuso (si conservano per un anno in freezer, talvolta anche di più).

Crescono a dismisura e sono contenti di essere dati in dono ad amici per colonizzare altre case!

La bevanda di kefir si mantiene quindi in una bottiglia di vetro in frigorifero per 3 giorni e si può bere abbondantemente ogni giorno (come facevano gli antichi) perché salutare e ricco di proprietà: digestivo, rinfrescante, amico del sistema immunitario, lassativo, rimedio contro la stitichezza, per i gonfiori di pancia e per migliorare la flora batterica.

Insomma un vero elisir che ci costa pochi centesimi.

kefir fatto in casa

Come trasformare i granuli di Kefir da latte in quelli d’acqua

I granuli d’acqua si ottengo da quelli di latte in questo modo: la prima volta si usa per la preparazione il 50% di latte e il 50% di acqua, per le volte successive man mano si elimina definitivamente il latte con una sempre maggiore quantità di acqua (va aggiunto lo zucchero in quantità crescenti fino al dosaggio di questa ricetta) fino a che i granuli non saranno diventati quasi trasparenti.

Questo procedimento è irreversibile: dal Kefir d’acqua non si può tornare a quello da latte. La differenza è che in quest’ultimo ci sono circa 30 specie di fermenti vivi, mentre in quello d’acqua circa la metà (si perdono quelli che si nutrono solo di lattosio), ma il vantaggio è che è un prodotto meno calorico e anche adatto ad una alimentazione vegana.

Clicca qui per leggere anche l’articolo su come fare il KEFIR DI LATTE.


Per acquistare i libri di Lucia Cuffaro sull’autoproduzione e il risparmio ecologico con uno sconto sul prezzo del 15% vai su questi link per ordinarli on-line

Risparmia 700 euro in 7 giorni clicca qui per averlo scontato

"lucia cuffaro"

Fatto in casa. Smetto di comprare tutto ciò che so fare clicca qui per averlo scontato 

Banner Macrolibrarsi

2 COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Iscriviti alla Newsletter!